Quotidiani locali

Sesso al centro massaggi la maitresse resta in carcere

CAMPAGNA LUPIA. Ha scelto di stare in silenzio la maitresse cinese di 45 anni arrestata la scorsa settimana con l’accusa di sfruttamento della prostituzione. Secondo le indagini svolte dai...

CAMPAGNA LUPIA. Ha scelto di stare in silenzio la maitresse cinese di 45 anni arrestata la scorsa settimana con l’accusa di sfruttamento della prostituzione. Secondo le indagini svolte dai carabinieri, la donna, dietro le insegne del centro massaggi in piazza Amendola, gestiva un bordello nel quale venivano sfruttate almeno due ragazze. La donna, davanti al giudice per le indagini preliminari Massimo Vicinanza, non ha detto nulla sulla sua attività, né sui rapporti con le ragazze. Il giudice ha convalidato l’arresto e confermato la custodia cautelare nel penitenziario della Giudecca, in attesa della prosecuzione delle indagini. L’indagata cinese potrà anche farsi sentire nelle prossime settimane dal pm titolare delle indagini.

A far scattare le indagini erano state le numerose segnalazioni dei residenti che vedevano un continuo viavai al centro massaggi.
L’insegna, peraltro, era abbastanza esplicita: “Massaggi relax e…tanto altro ancora”. Nel corso della perquisizione del centro massaggi sono stati rinvenuti numerosi profilattici e anche 5mila euro, che per i carabinieri sarebbe il frutto dell’attività a sfondo sessuale. (ru.b.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori