Quotidiani locali

Un flop la marcia dei richiedenti asilo in ricordo dei tre morti

CONA. La marcia per ricordare i migranti morti è stato un flop. Dovevano trovarsi ieri mattina in centro a Conetta ma ieri mattina in centro al paese c’erano solo quattro gatti. Una manifestazione...

CONA. La marcia per ricordare i migranti morti è stato un flop. Dovevano trovarsi ieri mattina in centro a Conetta ma ieri mattina in centro al paese c’erano solo quattro gatti. Una manifestazione quella dei migranti e dei rappresentanti sindacali di base, Usb, che sarebbe dovuta partire alle 10, ma che alle 11 era ancora in forse. Le bandiere chiuse adagiate sopra un’auto, una ventina di simpatizzanti e cinque o sei richiedenti asilo, prelevati dal vicino campo di accoglienza di via Rottanova. Perché è lì che i migranti con i sindacati dovevano “marciare” , fino al campo base. Ma qui non ci sono mai arrivati. Alle 11.22 hanno iniziato a protestare dopo che circa altri venti migranti si sono uniti al corteo. Fino al primo pomeriggio se ne sono rimasti accampati nella piazzetta di Conetta, sotto gli occhi della gente. Un automobilista si è avvicinato al gruppo di manifestanti e ha iniziato a inveire contro. E ancor prima che iniziasse la protesta, una lite tra un sindacalista e una cittadina. Il rappresentante Usb voleva togliere un cartello messo in piazzetta dai residenti che lamenta come il Governo abbandoni i cittadini, la signora alla vista di quel sindacalista che voleva strappare il manifesto è andata su tutte le furie. Una protesta piatta, scialba, un sindacalista ha preso il megafono e ha parlato ai migranti. «Basta Cona, diritti e documenti per tutti», , si leggeva negli striscioni di protesta . Poi alla fine, si sono seduti per terra e sono rimasti lì ad aspettare che finisse il giorno. Per questa manifestazione sono stati impiegati 50 uomini in servizio tra polizia di Stato e militari dell’arma. Un servizio che costa allo Stato 1910 euro. Il servizio reso dai poliziotti costa 18 euro al giorno lordi. Più il pranzo convenzionato di 20 euro. «La manifestazione di oggi (ieri, ndr.) a Conetta ha tuonato il segretario generale Ugl Fsp Polizia di Stato, Mauro Armelao, «è stata un flop». Un sindacato che anima la protesta dicendo che è giusto dare diritti e permesso di soggiorno a tutti è fuori luogo. Il permesso di soggiorno va dato a chi ne ha veramente diritto. Invece di organizzare proteste flop che
prevedono l’impiego di personale per l’ordine pubblico con costi per la collettività, insegnino a rispettare le divise e a non aggredirle. Abbiamo un collega ferito che dovrà essere operato e le scuse da parte di qualcuno non sono ancora arrivate .


(Serenella Bettin)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon