Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Non paga il biglietto e aggredisce gli agenti

PORTOGRUARO. Un ragazzo di 22 anni residente ad Annone Veneto è stato arrestato mercoledì sera per i reati di resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale. È inoltre accusato di rifiuto di...

PORTOGRUARO. Un ragazzo di 22 anni residente ad Annone Veneto è stato arrestato mercoledì sera per i reati di resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale. È inoltre accusato di rifiuto di fornire le proprie generalità. È stato rimesso in libertà ieri mattina dopo l’udienza di convalida a Pordenone. Il giovane si è scagliato contro due agenti della Polfer di Portogruaro, dopo essere stato sorpreso senza biglietto sul treno regionale, già al centro di un altro episodio di violenza denunciato da un capotreno pochi giorni fa. Il 22enne, di origini nigeriane, era salito in treno ad Annone per raggiungere Portogruaro. Quando il controllore, un giovane residente a Fossalta di Portogruaro, ha chiesto al passeggero di esibire il biglietto, l’uomo si è alzato sottraendosi al controllo. Terminato il giro con gli altri passeggeri il controllore è tornato alla carica, ma il 22enne si è sottratto ancora al controllo. Il ferroviere gli ha intimato di scendere ma il giovane non ha voluto sentire ragione. Così il capotreno ha avvertito gli agenti della Polfer di Portogruaro. Una volta sceso dal treno il giovane ha perso le staffe con il controllore sul marciapiede del binario 3, richiamando l’attenzione degli agenti Polfer che stavano raggiungendo il treno. Il 22enne ha colpito con calci e pugni i poliziotti, difesi da alcuni colleghi .

Alla fine il 22enne è stato trasferito nell’ufficio della Polfer di Portogruaro, ed è stato interrogato dal comandante, il commissario Mario Augello. È stato avvertito il compartimento Polfer di Venezia. Dopo le formalità di rito il giovane è stato portato in una camera di sicurezza. Ieri mattina, di fronte ai giudici di Pordenone, il 22enne è stato liberato dopo la convalida del fermo.

Rosario Padovano