Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

«Un progetto inutile per snellire il traffico»

JESOLO. «La proposta mi sembra conveniente più al polo commerciale di San Donà e Noventa che non al miglioramento dei flussi di traffico verso il litorale». L’ex sindaco di Jesolo Renato Martin la...

JESOLO. «La proposta mi sembra conveniente più al polo commerciale di San Donà e Noventa che non al miglioramento dei flussi di traffico verso il litorale». L’ex sindaco di Jesolo Renato Martin la Via del Mare l’ha sempre voluta e ci ha creduto fin dall’inizio. «Il progetto della superstrada dal casello di Meolo a Jesolo», ricorda, «era stata valutata la migliore perché collegava la A4 nella direttrice Milano-Venezia, in prosecuzione del Passante, oltre che raccogliere i flussi dalla Treviso Mare. La maggior parte del traffico turistico verso Jesolo, Cavallino e Eraclea proviene da ovest, sia quello italiano che quello europeo (Brennero) e quindi più vicino a Meolo. Al casello di Noventa escono i flussi provenienti dalla Carinzia e dall’Est Europa, che sono percentualmente molto inferiori. Pertanto sarebbe un grave errore. Inoltre, dalla proposta si evidenzia un vantaggio per i centri commerciali di San Donà e Noventa con raddoppio delle corsie e cavalcavia lasciando immutata la congestionata Caposile-Jesolo. È bene che la Regione affronti la questione del project financing dell’autostrada del mare con decisione». (g. ca.)