Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Lunedì capita il 1° gennaio salta il mercato settimanale

MIRANO. A Natale si era riusciti a spuntarla, facendo retrocedere il mercato cittadino, che cade di lunedì, al giorno della Vigilia, domenica 24 dicembre. Ma a Capodanno diventa un problema. E...

MIRANO. A Natale si era riusciti a spuntarla, facendo retrocedere il mercato cittadino, che cade di lunedì, al giorno della Vigilia, domenica 24 dicembre. Ma a Capodanno diventa un problema. E quindi il nuovo anno per i cittadini di Mirano parte senza mercato. Salta quindi una settimana e appuntamento all’8 gennaio, dopo l’Epifania. Una scelta che, se già aveva fatto discutere lo spostamento del mercato il giorno della Vigilia, ora non ha mancato di sollevare qualche malumore, considerato che è uno dei mercati più grandi del Veneziano, insieme a San Donà di Piave. Ma il primo dell’anno: pochi ambulanti, negozi chiusi, pochi avventori e la gente che probabilmente la notte del 31 avrà fatto festa fino a tardi e la mattina del primo decide di dormire.

Il 24 dicembre, il mercato era stato fatto anticipare per favorire i commercianti con le vendite. La Confcommercio del Miranese, di concerto con l’amministrazione comunale, aveva realizzato un sondaggio tra gli operatori del mercato e i negozianti, e aveva convenuto così. Folla e negozi aperti. (s.bet.)