Quotidiani locali

CALCIO

Il Venezia beffato a Pescara

Venezia. L'ultima vittoria della squadra rimane quella di metà novembre

VENEZIA. Si ferma la serie di pareggi del Venezia e l’ultima vittoria del 2017 rimane quella di metà novembre con il Perugia. A Pescara, nell’ultima gara di un 2017 comunque esaltante, finisce 1-0 grazie alla botta da fuori di Valzania al 42’ della ripresa.

La partita è subito viva e dopo neanche due minuti, il Venezia va vicino al gol con Fabiano, che colpisce il palo di sinistro dopo essere stato servito da Garofalo sulla sinistra. Risponde poco dopo il Pescara ma il diagonale di Mancuso è ribattuto in scivolata da Cernuto. Le squadre sono lunghe, da una parte dell’altra, quando si affonda, si potrebbero essere delle occasioni, come una botta da fuori al 20’ di Pinato ma la palla è appena alta. Ancora da appena oltre l’area si rendere pericolo il Venezia ma il rasoterra di Marsura non va lontano dalla porta difesa da Fiorillo. Al 43’ sembra fatta per gli ospiti;

Garofalo pennella un gran cross per Pinato che stacca bene, la palla colpisce l’interno del palo, danza sulla linea e finisce fuori. Un minuto dopo, Pettinari, sempre di testa, impegna Audero che compie un mezzo miracolo in tuffo a terra. Nel recupero, Marsura sbaglia un appoggio, Pettinari si presenta solo davanti ad Audero ma il portiere veneziano non si lascia superare con un’uscita a terra molto difficile. Al 17’, un tiro-cross di Fabiano finisce appena alto ma lo stesso fantasista perde il pallone a metà della ripresa, Pettinari calcia a lato da buona posizione.

Al 39’ la palla buona capita a Geijo, il suo tiro è alto a pochi passi dalla porta. Come un lampo, al 42’ Valzania fulmina da fuori Audero e porta in vantaggio gli uomini di Zeman. Un minuto dopo è Baez a sfiorare il raddoppio, mentre gli arancioneroverdi non si rendono più pericolosi. a.r.

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik