Quotidiani locali

i testimoni 

«Ha finito la funzione poi è stato soccorso»

CHIOGGIA. «Quel prete stava male già dalla sera prima, durante la Messa di mezzanotte, a Sant’Andrea». Ad affermarlo sono alcuni testimoni che erano presenti alle celebrazioni natalizie tenute da...

CHIOGGIA. «Quel prete stava male già dalla sera prima, durante la Messa di mezzanotte, a Sant’Andrea». Ad affermarlo sono alcuni testimoni che erano presenti alle celebrazioni natalizie tenute da don Massimo Ballarin, il sacerdote ricoverato all’ospedale di Mestre per una sospetta ischemia. «Farfugliava, non pronunciava bene le parole e, a volte, persino barcollava. Ci siamo accorti, mentre celebrava la Messa, che qualcosa non funzionava. Si vedeva che non stava bene. Però è riuscito a finire comunque la celebrazione». Non solo ma don Massimo è andato addirittura a salutare e ad augurare il Buon Natale ai molti parrocchiani che avevano scelto di assistere alla Messa di Natale delle 11 del mattino nella basilica di San Giacomo, in pieno centro storico di Chioggia.

«Già alle 9», racconta il parroco, don Vincenzo Tosello, direttore del settimanale diocesano Nuova Scintilla, «mi sono accorto che don Massimo non stava benissimo e gli ho chiesto se voleva che lo sostituissi alla Messa delle 11. Ma lui mi aveva rassicurato, dicendomi che stava bene e che non avrebbe avuto problemi ad officiare la funzione. Sono comunque sempre rimasto nei paraggi, nel confessionale, tenendo sotto controllo la situazione. Ho visto che non pronunciava bene le parole ed al momento dell’Eucarestia gli ho chiesto nuovamente se la sentiva di proseguire. Anzi lo avevo invitato a rimanere seduto che alla distribuzione della Comunione avrebbe pensato il sottoscritto. Ma, cocciuto com’è, ha ribadito che non c’erano problemi e così dopo la Comunione ha portato a termine la funzione e salutato i parrocchiani. A quel punto però ho chiesto ad un medico, presente in chiesa, di dare un’occhiata alle condizioni di don Massimo e quindi la decisione di trasportarlo in ospedale, dopo aver informato il vescovo ed i familiari». La notizia del malore di don Massimo Ballarin,
63 anni, ha colpito i parrocchiani dell’unità pastorale del centro storico ma anche i molti conoscenti che indicano nel sacerdote una persona da sempre al servizio del prossimo e della comunità clodiense, inondando i social con auguri di pronta guarigione.

Daniele Zennaro

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik