Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Il Mestre si allena, allegra invasione di tifosi al Baracca

Azione a sorpresa a Santo Stefano: canti e fumogeni per dare sostegno alla squadra

MESTRE. Alle 15 del giorno di Santo Stefano, si sono presentati alle porte dello stadio  "Francesco Baracca" in una settantina. I tifosi arancioneri hanno scelto il primo giorno della ripresa degli allenamenti, dopo la pausa natalizia, per dare una tangibile dimostrazione di attaccamento e sostegno alla squadra di Zironelli. In molti si sono sistemati in curva Baracca, srotolando un grande striscione con scritto "Sostegno incondizionato al di là del risultato".

Poi hanno cominciato a tifare come se la squadra fosse in campo per una partita e non per l'allenamento. E i giocatori sono rimasti colpiti dall'improvvisa azione al punto di sospendere la seduta per pochi attimi  per andare sotto la curva a salutare e applaudire i propri supporter. Poi hanno ripreso l'allenamento tra  i cori e gli svariati fumogeni accesi dai tifosi sotto gli occhi stupiti e divertiti dei residenti dei condomini che circondano lo stadio.
Un "fuori programma" che sottolinea l'A.C. Mestre, testimonia l'attaccamento dei tifosi alla squadra in un momento di crisi di risultati, spazzando via ogni voce riguardante presunti malumori e contestazioni del tifo arancionero.