Quotidiani locali

Vigili urbani armati, il 2018 è l’anno buono

Tutti i sindaci del Miranese favorevoli. Rileveranno gli incidenti stradali di notte liberando i carabinieri

MARTELLAGO. La svolta è storica: l’Unione dei Comuni del Miranese è pronta ad armare la polizia locale. Mercoledì in Consiglio comunale a Martellago, la sindaca Monica Barbiero si è detta favorevole alla proposta, rispondendo a una discussione sul tema della seduta precedente. Il 2018 è quindi l’anno buono; ci sono ancora dei passaggi da fare, perché il Consiglio dell’Unione dovrà ratificare il provvedimento, poi ne discuterà pure ciascun Comune (Mirano, Spinea, Martellago, Santa Maria di Sala, Noale e Salzano). Non solo, se ne dovrà ragionare pure con il comandante dei vigili, gli stessi agenti e i loro sindacati. La faccenda è delicata, perché dovranno essere addestrati all’uso delle armi. Ma nessuno vuole Rambo, anzi. I vigili urbani restino tali, ma una loro pattuglia di notte consentirebbe ai carabinieri concentrarsi sulla sicurezza.

Barbiero ha chiarito subito si tratta di uno strumento di difesa per la polizia locale e, appunto, per prolungare l’orario d’impiego, almeno in certi periodi dell’anno oppure in determinate situazioni, sino a dopo le 22. In aula si è aperto il dibattito, destinato a non esaurirsi anche nel comprensorio, e il consigliere del Movimento 5 Stelle Andrea Marchiori ha manifestato più di un dubbio. «Il cittadino vuole sicurezza» chiarisce «ma ci vogliono pure uomini preparati e certezza nelle competenze. Ma sicurezza significa avere anche ruoli e competenze definiti, ossia i vigili che facciano i vigili e i carabinieri i carabinieri. I primi siano polizia locale e facciani controlli amministrativi e sulle strade. Vogliamo sapere se in caso di furto interverrà un poliziotto o un carabiniere, professionista da sempre, con una formazione particolare e non un vigile con una pistola e un porto d’armi da pochi mesi. Vorrei capire cosa vuole la polizia locale, il cui servizio, ancora oggi, non è stato compreso dalla gente: lamenta assenza di uomini sulle strade, pochi controlli e prevenzione. Invece abbiamo bisogno della loro figura».

Per Barbiero, i vigili non sostituiranno le altre forze dell’ordine. «Nessun sindaco dell’Unione» replica «ha quest’idea ma la richiesta parte anche dagli
stessi sindacat. Faranno formazione e ci saranno gli agenti di prossimità». Alberto Ferri (Lega), Silvano Niero (Un Comune per tutti), Gianfranco Pesce (Misto), Alessandro Zanuoli (Pd) e Marco Casarin (Impegno Comune) si sono detti favorevoli all’arma.

Alessandro Ragazzo

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik