Quotidiani locali

Minorenne a scuola con la droga

Blitz dei carabinieri negli istituti superiori, la sedicenne segnalata al Prefetto

Contrasto alla droga. Carabinieri ancora nelle scuole superiori di Mestre e della provincia. Dello stupefacente è stato sequestrato a una minore che è stata segnalata alla Prefettura e ai genitori. I controlli svolti in città e nel Miranese.

Ancora controlli nelle scuole dei carabinieri della Compagnia di Mestre che dopo aver assicurato nei giorni scorsi apprezzabili risultati nel contrasto allo spaccio di stupefacenti in centro città, hanno continuato le attività di prevenzione del fenomeno concentrandosi sul fronte del consumo di droghe tra i più giovani in particolare nell’abito delle numerose scuole superiori presenti in città e in provincia.

I militari dell’Arma di Mestre dopo aver effettuato pochi giorni fa controlli al capolinea Actv di Mirano in orario di rientro degli studenti dalle lezioni, mercoledì si sono presentati con una squadra di cinofili del Nucleo Carabinieri di Torreglia in provincia di Padova col cane antidroga “Sir” nella sede dell’Istituto “Gritti” di via Muratori, dove con l’aiuto del “collega” a quattro zampe addestrato alla ricerca di stupefacenti, hanno controllato palmo a palmo androni, aule e pertinenze della scuola al fine di ricercare tracce di stupefacente.

I controlli, effettuati hanno avuto esito positivo con il rinvenimento di una dose da oltre due grammi di marijuana che aveva nello zaino una studentessa minorenne, poco più di 16 anni, che è stata segnalata alla Prefettura di Venezia e naturalmente ai genitori. Il sequestro dello stupefacente verrà ora ulteriormente approfondito con delle indagini che serviranno a comprendere dove è stato acquistato e con quali modalità.

Questo ulteriore rinvenimento a scuola effettuato dai carabinieri testimonia l’ormai largo uso di droghe tra i giovanissimi anche all’interno dei plessi scolastici. Analoghi servizi verranno predisposti a sorpresa anche nei prossimi giorni presso altri istituti.

Durante i primi controlli, sempre nelle scuole superiori, i carabinieri hanno sempre rinvenuto sostanza stupefacente, In alcuni casi addosso ai ragazzi, altre volte nascosta nei giardini esterni o nelle immediata vicinanze
dove arrivavano i pusher per lasciarla ai ragazzi che l’avevano acquistata. Durante i controlli degli anni scorsi, i carabinieri sono impegnati in questi servizi da almeno cinque anni, hanno trovato poche volte ragazzi con addosso la sostanza stupefacente. A differenza di quest’anno.

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro