Quotidiani locali

cavallino 

La Regione con la Croce Verde

Ordine del giorno per il prolungamento del servizio con l’Usl 4 

CAVALLINO. Colpo di scena nel braccio di ferro fra Croce Verde e Usl 4 per la conferma della convenzione triennale in affidamento diretto dal 2018. Dopo il blitz in Regione due giorni fa del presidente della Croce Verde, Davide Martin, e del portavoce del comitato “La mia salute è con Cavallino-Treporti”, Francesco Marinello, il consiglio regionale ha approvato ieri all’unanimità l’ordine del giorno nel Collegato alla Legge di Stabilità 2018 “Garantire continuità servizi ambulanza della Croce Verde di Cavallino-Treporti”.

Il documento a firma di tutte le opposizioni con capofila Giovanna Negro de “Il Veneto del Fare”, cofirmataria con: Erika Baldin del M5S, Franco Ferrari di Amp, Bruno Pigozzo del Pd, Maurizio Conte di VpA e Francesca Zottis del Pd, ha chiesto alla giunta regionale di porre in essere ogni utile iniziativa per il proseguimento con l’Usl 4 Veneto Orientale, per il triennio 2018-2020, delle convenzioni ad affidamento diretto alla Croce Verde di Cavallino Treporti.

«La conformazione geofisica del comune», spiega la consigliera Negro, promotrice dell’ordine del giorno, «ha comportato da sempre l’esigenza di un presidio sanitario locale, rappresentato negli ultimi 38 anni dalla Croce Verde. L’interesse alla salute dei cittadini è primario». «È bene chiarire che approvando l’ordine del giorno puntiamo a un tranquillo passaggio di Usl». specifica il consigliere regionale del gruppo di maggioranza Francesco Calzavara, «cercando di capire se si possono garantire almeno fino al termine della stagione 2018, quindi a fine settembre, i servizi di emergenza della Croce Verde operativa sul territorio da 38 anni».

«Basti dire che già nel 2010 l’allora Usl 10, ora Usl 4, ci aveva dato in affidamento diretto una convenzione di un anno», commentano dal direttivo della Croce Verde che proprio oggi incontrerà il direttore generale Carlo Bramezza per comunicare la decisione dell’associazione rispetto alla proposta di proroga di soli 120 giorni.

«L’Usl 4 ha prospettato la soluzione di prorogare la convenzione per quattro mesi per conoscere i servizi e l’operato dell’associazione», fa sapere il sindaco Roberta Nesto, «ha poi la necessità di andare a bando come previsto dalla normativa, applicando la nuova, ovvero quella del settore volontariato che consente, una volta fissato il costo del servizio, di preferire le associazioni
di volontariato. Per questo ci auguriamo che la Croce Verde firmi la convenzione di 4 mesi»m commenta il sindaco Roberta Nesto, «proprio per questa preferenza, considerato che l’associazione continua a sottolineare la volontà di proseguire il servizio».

Francesco Macaluso

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon