Quotidiani locali

la conferma 

Faloppa alla guida di Confcommercio

JESOLO. Angelo Faloppa incornato presidente mandamentale Confcommercio. Al suo fianco una squadra per larga parte confermata alla guida dell’Ascom territoriale. Nelle elezioni per i vertici di...

JESOLO. Angelo Faloppa incornato presidente mandamentale Confcommercio. Al suo fianco una squadra per larga parte confermata alla guida dell’Ascom territoriale. Nelle elezioni per i vertici di Confcommercio, degli undici delegati comunali, nove sono stati confermati e alla guida mandamentale è stato confermato Faloppa. Le due novità per il prossimo quinquennio sono rappresentate da Luciana Carta e Giovanni Pietro Pasqual, delegati rispettivamente per Musile ed Eraclea. Le conferme riguardano Luigino Fontanello (San Donà), Alberto Teso (Jesolo), Giuseppe Citron (Ceggia), Luca Pantarotto (Torre di Mosto), Luigi Filiputti (Fossalta di Piave), Massimo Mardegan (Noventa), Matteo Zanatta (Quarto d’Altino), Marco Agazia (CavallinoTreporti) e Tiziano Grosso (Meolo, delegato in consiglio, mentre la rappresentante locale è Gloria Zanin). La giunta esecutiva è formata da Alberto Teso, eletto vice presidente, e Luigino Fontanello tesoriere, quindi ci sono Alessandro Simonetto e Massimo Mardegan.

«Esprimo innanzitutto il ringraziamento a tutti», ha detto Faloppa all’atto del nuovo insediamento, «perché i risultati che abbiamo sin qui raggiunto sono il frutto di un lavoro della squadra, cui ho chiesto ancora un maggiore coinvolgimento: i temi da affrontare sono sempre maggiori e richiedono sempre di più la nostra presenza, per questo prevedo delle deleghe ai vari componenti».

Nell’ultimo mandato è stato raggiunto l’aumento del numero dei soci (oltre 1.500, aumento del 10%), il rilancio della Campionaria d’Autunno di San Donà, con oltre centomila visite, la valorizzazione della storia con la collaborazione di Quarto d’Altino, l’avvio dell’esercente di vicinato per l’ordine pubblico, gli interventi per la rivitalizzazione dei centri. «Apertura di un tavolo di confronto», ha concluso, «per l’ottimizzazione delle risorse tra Comuni. Ordine pubblico, anche attraverso gli esercizi di vicinato, oltre alla nostra
battaglia per aumentare la sicurezza nei punti critici , vedi piazza Mazzini a Jesolo, ma non solo. A proposito delle spiagge, massimo impegno sul tema delle concessioni demaniali, che ci vede in prima linea con il Sib, il sindacato italiano balneari».

Giovanni Cagnassi

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik