Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

«L’Unione dei servizi è la soluzione»

SAN DONÀ. L’unione dei Comuni per risolvere gli endemici problemi di bilancio. Il sindaco di San Donà, Andrea Cereser, nell’incontro pubblico di ieri al centro culturale non ha esitato a rilanciare l’...

SAN DONÀ. L’unione dei Comuni per risolvere gli endemici problemi di bilancio. Il sindaco di San Donà, Andrea Cereser, nell’incontro pubblico di ieri al centro culturale non ha esitato a rilanciare l’idea di una vera unione dei servizi. Solo il Comune di San Donà è passato nell’ultimo lustro da 220 a 180 dipendenti. Non ci sono più assunzioni. Il bilancio risente della crisi e dei problemi dell’economia, ad esempio con minori oneri di urbanizzazione dall’edilizia ferma o quasi.

«Parlare di un ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

SAN DONÀ. L’unione dei Comuni per risolvere gli endemici problemi di bilancio. Il sindaco di San Donà, Andrea Cereser, nell’incontro pubblico di ieri al centro culturale non ha esitato a rilanciare l’idea di una vera unione dei servizi. Solo il Comune di San Donà è passato nell’ultimo lustro da 220 a 180 dipendenti. Non ci sono più assunzioni. Il bilancio risente della crisi e dei problemi dell’economia, ad esempio con minori oneri di urbanizzazione dall’edilizia ferma o quasi.

«Parlare di unione di servizi tra Comuni non deve far paura», dice Cereser, «perché non si perderebbe comunque identità nel territorio. Penso a Musile, ma anche Fossalta di Piave e Noventa di Piave. Ormai questi territori contigui sono sempre più legati tra di loro. La gente vi si sposta di continuo per lavoro o svago. Unire i servizi ci consentirebbe di valorizzare al meglio le risorse in termini di personale, ma anche accedere a finanziamenti importanti dello Stato di cui oggi abbiamo tutti assoluto bisogno». San Donà ha già iniziato con la polizia locale assieme a Noventa e Fossalta, con Venezia. Un primo importante passo, con questo distretto, che ha aperto la strada ad altre collaborazioni. (g. ca.)