Quotidiani locali

Mamma sorpresa a rubare con il bebé in braccio

La donna, bloccata dai carabinieri, denunciata anche per resistenza In auto era sfuggita ai militari, il veicolo poi si è schiantato contro un palo

FAVAR0. Stavano rubando in un’abitazione, con il bambino di un anno al seguito, i due sinti sorpresi dai carabinieri giovedì pomeriggio a Favaro. La coppia è scappata a bordo di un’auto che poi ha causato un incidente in via Orlanda: dopo lo scontro con un’altra vettura i fuggitivi sono finiti addosso ad un palo della pubblica illuminazione. Il conducente è scappato mentre la compagna è stata denunciata dai carabinieri.

La storia inizia intorno alle 18 quando un abitante di Favaro nota delle persone che cercano di entrare in un’abitazione. Quando loro si accorgono di essere stati scoperti scappano. Il testimone riesce a leggere parte della targa dell’auto e a memorizzare il modello della stessa. Si tratta di un’Audi A2, di colore grigio. L’uomo chiama i carabinieri. La centrale invia sul posto una pattuglia del Nucleo radiomobile. Mentre i militari stanno intervenendo in centrale controllano al terminale quell’inizio di targa abbinandolo al modello di auto. Presto scoprono che si tratta della vettura di una donna di 33 anni, pregiudicata e appartenente a una famiglia sinti che vive a Favaro. La donna ha numerosi precedenti per reati contro il patrimonio.

Quando arrivano a Favaro i carabinieri non intercettano immediatamente la vettura con la coppia sospetta a bordo. Iniziano a perlustrare la zona, Tempo venti minuti ed ecco l’auto indicata dal testimone. I militari iniziano le procedure per controllare i sospetti. Avvisano la centrale. Ma proprio in quel momento il conducente dell’Audi A2 si accorge dei militari. Non intende certo farsi controllare. L’uomo alla guida preme sull’acceleratore. Imbocca via Gobbi a tutta velocità con la pattuglia dei carabinieri alle costole. Sirene a tutto spiano e lampeggianti mentre le due auto corrono veloci verso la Triestina. Il fuggitivo non intende fermarsi. Imbocca la Triestina a folle velocità compiendo manovre spericolate evitando varie volte di scontrarsi con altri veicoli. In via Orlanda, però, all’altezza dell’Hotel Titian Inn, l’auto dei fuggitivi si scontro con quella di alcuni turisti francesi che proviene in senso opposto. Per fortuna lo scontro non causa feriti. L’Audi A2 poi finisce la sua corsa contro un palo della pubblica illuminazione. Il conducente riesce ad uscire e scappa in mezzo ai campi. In auto resta la donna, molto probabilmente sua compagna,

e il figlio sicuramente di lei di un anno e mezzo. Illesi entrambi. In auto i carabinieri trovano dei capi di abbigliamento, probabilmente rubati, placche antitaccheggio e arnesi da scasso. La donna è stata denunciata per resistenza a pubblico in concorso.
 

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik