Quotidiani locali

cavallino. Convenzione con l’usl 4 

La Croce Verde ancora in bilico

Pressing del sindaco per arrivare alla firma per il prossimo triennio

CAVALLINO. Mancata conferma della Croce Verde per il servizio di emergenza dal 2018: la sindaco Roberta Nesto ha scritto all’Usl 4 che si è dichiarata a favore dell’ipotesi di mantenere l’associazione operativa a Cavallino-Treporti. A seguito della accorata lettera della Croce Verde, il sindaco Roberta Nesto ha preso carta e penna ed ha scritto a sua volta al direttore generale della Usl 4, Carlo Bramezza. «In tutto questo periodo abbiamo incontrato il direttivo della Croce Verde che abbiamo ascoltato con attenzione», ha dichiarato la sindaco Nesto, «ritenendolo un servizio essenziale per la comunità, abbiamo ribadito in più occasioni, e sempre sostenuto con la Usl 4, la necessità di confermarlo. Nell’ultima lettera inviata, abbiamo nuovamente rassicurato la Croce Verde sulle intenzioni dell’amministrazione comunale di continuare nell’azione di pressione nei confronti dell’Usl 4 per confermare la convenzione in essere». «Abbiamo avuto contatti con la Croce Verde», ha risposto ieri Bramezza in una nota, «sia di natura istituzionale, organizzativa e tecnica, che giuridico amministrativa, con un ultimo incontro il 23 novembre scorso alla presenza del legale rappresentante della stessa. Nelle diverse occasioni, e in particolare quest’ultima, abbiamo informato la Croce Verde sulle intenzioni di procedere con un affidamento diretto del servizio di trasporto emergenza, urgenza e sanitario, per dare continuità al servizio». Secondo la nota diramata da Bramezza nell’ultimo incontro la Croce Verde si sarebbe impegnata a produrre i dati tecnici del servizio offerto e le sue proposte economiche, mentre l’Usl 4 a predisporre uno schema di convenzione che formalizzerà all’associazione nei prossimi giorni, dopo aver acquisito le informative necessarie. «In sei mesi di contatti ancora nessuna proposta scritta di convenzione è arrivata dall’Usl 4 a due settimane dalla fine dell’anno»,ribadiscono invece dal direttivo della Croce Verde, «solo intenzioni espresse
verbalmente nelle riunioni, tra l’altro circoscritte ai primi quattro mesi del 2018 quando la convenzione in essere da rinnovare è di tre anni. Finora di scritta è arrivata solo la richiesta di documentazione che abbiamo già prodotto completamente».

Francesco Macaluso

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon