Quotidiani locali

Pramaggiore, muore in ospedale dieci giorni dopo l’incidente

L’ex allevatore Dante Davanzo era stato investito il 30 novembre Aveva solo una costola incrinata. La Procura  ha deciso l’autopsia

PRAMAGGIORE. Muore in ospedale dieci giorni dopo essere stato investito da un’auto. La Procura di Pordenone vuole vederci chiaro e ieri ha ordinato l’autopsia sul corpo di Dante Davanzo, 80 anni, di Pramaggiore. L’anziano è morto a sabato in ospedale a Portogruaro, dove era ricoverato dallo scorso 30 novembre a seguito di un incidente stradale che sembrava banale, ma su cui adesso si sono accesi i riflettori della magistratura. Quel giorno Davanzo fu investito in via Callalta, quasi all’incrocio con via Pacinotti a Blessaglia, da una Yaris guidata da un suo conoscente, anche lui pensionato.

L’inchiesta sul decesso è portata avanti dai carabinieri del Nucleo Radiomobile di Portogruaro. Alcuni testimoni hanno parlato di un incidente banale, visto che dopo l’impatto con la macchina l’ottantenne era cosciente e parlava tranquillamente. Quel giorno l’ottantenne, in passato imprenditore nel settore agricolo e allevatore di vitelli, era andato dal suo medico di fiducia. Aveva parcheggiato la sua vettura dall’altra parte di via Callalta, in quel momento quasi completamente al buio perché era già calata la sera. Via Callalta poi da sempre presenta gravi problemi di illuminazione. Terminata la visita Dante Davanzo stava attraversando la strada, ma poi è tornato sui suoi passi, con un movimento improvviso, convinto di aver dimenticato le ricette dal medico. È sopraggiunta la Yaris, che ha travolto Davanzo. L’automobilista lo ha riconosciuto subito. Si è scusato e lo ha soccorso. Sono sopraggiunti gli operatori sanitari del Suem di Portogruaro. L’ottantenne , affetto da altre patologie, è stato ricoverato a Portogruaro, dove lo hanno subito tranquillizzato. Gli era stato fatto presente che aveva una costola incrinata e che per sottoporsi alle cure del caso avrebbe dovuto essere ricoverato. Davanzo ha accettato con pazienza e con spirito determinato le terapie. Ma dopo 10 giorni di degenza è morto. Lo hanno trovato privo di vita gli operatori sanitari, la mattina di sabato. La moglie e il figlio non si capacitano della disgrazia. Davanzo aveva perso un altro figlio, in giovane età, per malattia. Il magistrato ha disposto l’autopsia, che verrà eseguita tra oggi o domani dopo il conferimento dell’incarico. La vicenda drammatica di Dante Davanzo sta turbando

la comunità di Pramaggiore, località in cui l’80enne era persona molto conosciuta anche per l’impegno politico dimostrato in passato tra le forze moderate. Lo piangono anche le sorelle e i nipoti. L’investitore intanto non si dà pace.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
 

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon