Quotidiani locali

san donà 

Consorzio Bim Basso Piave apre le porte alle scuole

SAN DONÀ. Il Consorzio Bim Basso Piave, dopo l’esperienza pilota dello scorso anno, ha deciso di rinnovare il proprio impegno nell’ambito della cultura e valorizzazione del territorio. E ha messo a...

SAN DONÀ. Il Consorzio Bim Basso Piave, dopo l’esperienza pilota dello scorso anno, ha deciso di rinnovare il proprio impegno nell’ambito della cultura e valorizzazione del territorio. E ha messo a disposizione gratuitamente alle scuole dell’infanzia, scuole primarie e secondarie dei sei Comuni Consorziati (San Donà di Piave, Musile di Piave, Noventa di Piave, Fossalta di Piave, Eraclea, Jesolo) un’offerta strutturata di attività di educazione naturalistico-ambientale ed escursioni in campo.

L’Associazione Culturale Naturalistica Il Pendolino, l’Associazione Naturalistica Sandonatese e Legambiente Circolo Geretto-Pascutto del Veneto Orientale sono tra le associazioni che per prime hanno aderito al progetto.

Tra gli obiettivi principali di “Scoprire la Piave”, consentire alle scuole e ai cittadini dei Comuni Consorziati di usufruire di un’offerta didattico-ricreativa strutturata.

«Per raggiungere questi obiettivi serve lavoro di squadra», precisa il direttivo del Bim, «per questo ci auguriamo che altri soggetti vorranno aderire in futuro al progetto ed arricchire il catalogo di offerte proposte dal consorzio. In questa prima fase si è dato spazio alle attività per la Scuola, ma in primavera-estate partiranno quelle aperte alla cittadinanza che vedranno coinvolte anche altre associazioni del territorio».

Un’iniziativa
che ha tutte le carte in regola per ripetere e superare il successo della precedente edizione. La riscoperta del territorio resta infatti di grande importanza e partire dai più giovani, come gli studenti di elementari e medie è un’iniziativa meritoria. (g. ca.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik