Quotidiani locali

dolo 

Premiati 203 donatori dell’Avis

Concluso il progetto delle scuole sulle donazioni di sangue

DOLO. Ben 203 donatori del sangue dell’Avis di Dolo-Riviera del Brenta sono stati premiati per le loro numerose donazioni. La cerimonia di consegna delle benemerenze si è svolta nella sala consiliare del municipio di Dolo.

Il tema centrale delle premiazioni è stata la frase «Ricevere sangue è un diritto di tutti. Aiutaci a mantenere questo diritto».

I donatori, a seconda del numero di donazioni e dell’anno di iscrizione, hanno ricevuto, oltre al diploma, anche dei distintivi: di rame, argento, argento dorato, oro, oro e rubino, oro e smeraldo e oro e diamante. L’onorificenza in oro e diamante, per le 120 donazioni, è stata consegnata a Claudio Sinigaglia. Quelle in oro e smeraldo, che premiano i 40 anni di iscrizione e le ottanta donazioni oppure le cento donazioni, sono state consegnate a Maurizio Aramini, Roberto Benato, Fabiano Gazzetta, Andrea Marconato, Ivano Martinello, Ermenegildo Menon, Roberto Novello, Gianni Zampieri.

Erano presenti anche vari giovani a conferma del successo dei progetti promossi dall’Avis della Riviera nei confronti dei futuri donatori. Da anni infatti l’Avis si reca nelle scuole a parlare di donazione.

Nelle
scorse settimane si è anche concluso il progetto dedicato a Francesco Bosello, uno dei fondatori dell’Avis della Riviera, che ha visto gli studenti delle scuole superiori impegnati a realizzare elaborati per promuovere la solidarietà e il dono del sangue.

Giacomo Piran

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista