Quotidiani locali

Teglio, gasolio nella roggia Lugugnana

TEGLIO VENETO. Decine di chili di gasolio sono stati sversati, forse inavvertitamente, sulla roggia Lugugnana, tra i Comuni di Cordovado e Teglio Veneto. Messe in salvo 27 anatre in territorio...

TEGLIO VENETO. Decine di chili di gasolio sono stati sversati, forse inavvertitamente, sulla roggia Lugugnana, tra i Comuni di Cordovado e Teglio Veneto. Messe in salvo 27 anatre in territorio veneziano, affidate alla Lipu. I primi segnali dell’inquinamento da gasolio si erano registrati già domenica sera, nella parte friulana della località di Suzzolins. Subito sono stati eseguiti i sopralluoghi nei depuratori, ma il peggio ancora doveva presentarsi. La parte più consistente del gasolio si è incanalata in pieno centro di Teglio, dove ieri mattina poco dopo l’alba si sono concentrate le attività di salvataggio degli animali. Al lavoro i vigili del fuoco di Portogruaro, i loro colleghi di San Vito, la Protezione civile e la Polizia provinciale. In loro aiuto i carabinieri forestali di Portogruaro. Sul posto anche il sindaco di Teglio, Andrea Tamai. «Rischiamo di dover chiamare una ditta specializzata per smaltire la grande quantità di gasolio riversata», ha riferito ieri, «abbiamo dovuto metterci al lavoro per salvare gli animali. Le 27 anatre recuperate sono state affidate alla Lipu. L’inquinamento trae origine da Cordovado». Su questo punto però non è d’accordo il primo cittadino dell’antico borgo pordenonese: «Io non mi lancerei in conclusioni affrettate»,
ha riferito Francesco Toneguzzo, «anche noi vorremmo si facesse chiarezza. Se non emerge nulla dai controlli ai depuratori, significa che il problema potrebbe avere origine dalle fogne». La roggia Lugugnana sfocia nel Teglio che poi arriva fino a San Michele al Tagliamento.(r.p.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista