Quotidiani locali

Operaio di Annone muore a 56 anni mentre è al lavoro

Giorgio Macorin stava lavorando al restauro di un ristorante: all'improvviso si è acacsciato su un ponteggio, per lui nulla da fare

FONTANAFREDDA. Giorgio Macorin si è accasciato giovedì mattina sull’assito del ponteggio dove stava lavorando, al terzo livello dell’impalcatura. Il suo cuore si è fermato a 56 anni.

Macorin, operaio di Annone Veneto, stava lavorando con i colleghi della ditta Biscontin di Porcia alla ristrutturazione del tetto in legno del ristorante New Punjab in via Pontebbana a Fontanafredda.
I colleghi l’hanno visto riverso sulle assi di legno e subito l’hanno soccorso, chiamando nel contempo il 118. Grazie all’autoscala messa a disposizione dai vigili del fuoco di Pordenone, intervenuti anche con un secondo mezzo, l’équipe medica è riuscita a salire sull’impalcatura e a prestare i primi soccorsi all’uomo.

Fontanafredda
Fontanafredda

I  medici hanno cercato di stabilizzare il paziente.

L’elicottero ha trasportato il 56enne all’ospedale di Pordenone in codice rosso. Non c’è stato nulla da fare:  Macorin ha subito un arresto cardiaco. Purtroppo non ha più aperto gli occhi: è deceduto poco dopo in ospedale.

I carabinieri della stazione di Fontanafredda hanno appurato che si è trattato di un malore, non riconducibile in alcun modo con l’attività lavorativa. 

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista