Quotidiani locali

Polizia locale anche di sera contro l’emergenza furti

Quarto. L’annuncio del sindaco dopo la sparizione dei 35 computer alla Roncalli Grosso: «Un gesto deplorevole da condannare compiuto contro scuola e alunni»

QUARTO. «Un gesto deplorevole, da condannare in maniera forte e pesante». Le parole del sindaco Claudio Grosso esprimono l’amarezza che il furto compiuto alla scuola media Roncalli ha lasciato in tutta la comunità di Quarto d’Altino.

Ieri, nei bar del paese come sui social network, non si parlava d’altro. Mentre in municipio si attende di ricevere dall’istituto comprensivo l’inventario esatto di quanto è stato trafugato dai ladri. La prima stima parlava di circa 25 computer portatili, una dozzina di tablet, oltre a un televisore e ad alcuni altri notebook. Il tutto per un bottino che potrebbe superare i 15 mila euro

. Anche a Quarto, come un po’ in tutto il territorio, l’allarme furti è elevato in queste settimane che precedono il Natale, ormai considerate le più «calde» dell’anno per le razzie in case ed edifici. Proprio per questo la polizia locale, in supporto ai carabinieri, intensificherà, fino a Natale, i controlli nelle ore del tardo pomeriggio e della prima serata. Il pattugliamento sarà possibile prolungando l’orario di servizio di un'ora, fino alle 20, assicurando così la presenza di due pattuglie che si sposteranno sul territorio dei quattro Comuni del distretto che, oltre a Quarto, comprende Meolo, Fossalta di Piave e Roncade. Tornando al furto alla Roncalli, già lunedì il sindaco Grosso ha fatto un sopralluogo a scuola per capire quant’era accaduto.

«Stiamo parlando di un danno importante, che lascia l’amaro in bocca», commenta Grosso, «innanzitutto perché il furto è stato compiuto ai danni di una scuola e dei suoi alunni, ovvero contro la parte più debole della società che dovrebbe avere solo buoni e non cattivi esempi. E poi perché è avvenuto in un periodo dell’anno, a poche settimane dal Natale, in cui dovrebbe esserci un clima sereno e gioviale. Senza dimenticare i danni materiali a tutto ciò che serve per l’istruzione e la preparazione scolastica». A proposito di sicurezza, c’è da segnalare che il Comune ha ricevuto un contributo di 32 mila euro dalla Regione, a fronte di un bando a cui Quarto d’Altino ha partecipato in rappresentanza dell’intero distretto di polizia locale. «Questa somma sarà impiegata per rinnovare il parco macchine della polizia locale», conclude Grosso, «servirà,
in particolare, per il cambio di una stazione mobile che, essendo molto vecchia, necessita di continue spese di manutenzione. Questi fondi saranno l’opportunità per cambiarla». Nei prossimi mesi, dunque, la polizia locale avrà una nuova unità mobile.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista