Quotidiani locali

È tornato a casa il figlio di Michela

PRAMAGGIORE. È stato dimesso dall’ospedale di Treviso ed è finalmente tornato a casa venerdì sera il bambino di 6 anni, rimasto ferito a San Stino nell’incidente stradale che il 13 novembre scorso è...

PRAMAGGIORE. È stato dimesso dall’ospedale di Treviso ed è finalmente tornato a casa venerdì sera il bambino di 6 anni, rimasto ferito a San Stino nell’incidente stradale che il 13 novembre scorso è costato la vita alla sua mamma, Michela Caovilla, deceduta a 38 anni. Lo ha comunicato la famiglia. «Il piccolo sta molto meglio, ora cercheremo di rincuorarlo e farci forza», ha riferito ieri mattina uno zio. Decisivo era stato l’intervento immediato degli uomini e delle infermiere del pronto soccorso di Portogruaro, chiamato a intervenire sul luogo della sciagura stradale, avvenuta all’incrocio semaforico tra la Triestina e via Zoccat. Per quell’incidente è indagata una persona, come ha riferito la polizia locale di San Stino, ma non si sa se sia il camionista o l’automobilista della macchina. Oltre alla Fiat Punto in cui viaggiavano
Michela e il figlioletto erano rimaste coinvolte nell’incidente anche un mezzo pesante e una Opel, guidata da un sastinese. «Non è ancora chiaro chi sia stato iscritto nel registro degli indagati», conclude, con quest’importante precisazione lo zio del piccolo.
(r.p.)



TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon