Quotidiani locali

fiesso 

Unioni tra Comuni, dibattito tra sindaci

FIESSO. La proposta-apertura di Andrea Martellato, sindaco di Fiesso, su una fusione tra alcuni comuni della Riviera del Brenta sta raccogliendo pareri contrapposti. Favorevole è l’Ascom...

FIESSO. La proposta-apertura di Andrea Martellato, sindaco di Fiesso, su una fusione tra alcuni comuni della Riviera del Brenta sta raccogliendo pareri contrapposti. Favorevole è l’Ascom – Confcommercio della Riviera: «Anche a livello regionale siamo favorevoli alla fusione tra i Comuni», dice il presidente Ennio Matterazzo, «si possono creare economie di scala e porterebbe alla qualificazione dei servizi. La sensazione è che anche molti comuni siano favorevoli».

Un’apertura arriva da Federica Boscaro, sindaca di Fossò e presidente dell’Unione dei Comuni “Città della Riviera del Brenta”. Fossò però non potrebbe attuare un processo di fusione con Fiesso dato che i due territori non confinano tra loro. «Idealmente sono sicura che è una strada da percorrere», spiega Federica Boscaro, «cercando il comune vicino e che abbia la stessa sintonia di vita, lo stesso indirizzo sociale, economico, commerciale, produttivo ed agricolo. I Comuni sono in sofferenza, le Unioni sono state una prova ed un trampolino per capire come fare per condividere dei servizi. L’Unione è una bella realtà, è produttiva ma ha un costo in termini di tempo-lavoro importante».

Andrea Danieletto, sindaco di Vigonovo, guarda invece alla Città Metropolitana: «Secondo me la Città Metropolitana è lo strumento a nostra disposizione per fare unione anche nell’interpretazione delle nostre
specificità di Riviera del Brenta. Esperienze di altri comuni, come certe Unioni dei Comuni, hanno portato risultati alterni, quindi ben vengano relazioni e soprattutto collaborazioni che partano da ciò che si è e si valutino nell’ottica del risparmio».

Giacomo Piran

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista