Quotidiani locali

Venezia, la gondola di Angelo: costruita con 350 cassette della frutta

Una storia di passione per la voga:  un anno e mezzo di lavoro e il varo in Canal Grande

Venezia, varata la gondola realizzata con 350 cassette della frutta VENEZIA. Un anno di paziene e sapiente lavoro e Angelo Boscolo, della Remiera Francescana, è riuscito a trasformare 350 cassette della frutta che gli hanno regalato gli amici del mercato di Rialto....in una gondola! Ecco l'emozionante momento del varo. Qui la storia di questa incredibile, venezianissima storia

VENEZIA. Ha costruito una gondola, una vera gondola, utilizzando il legno di 350 cassette della frutta del mercato di Rialto e nel giorno della Manonna della Salute, l'ha varata in Canal Grande.

La gondola costruita con 350 cassette...
La gondola costruita con 350 cassette della frutta da Angelo Boscolo

È la storia di Angelo Boscolo, che non è alla sua prima avventura di "maestro carpentiere fai da te" - in passato ha costruito anche un pupparino utilizzando i "banchi" del mercato di San Giacometto e un "bragozzetto a km zero", come lo chiama lui, con le cassette dei carciofi - ma ha certo portato a termine la sua avventura più grande: realizzare una vera gondola.

Venezia, Angelo racconta come ha costruito una gondola con le cassette della frutta VENEZIA. La passione e la grande maestria di Angelo Boscolo, che ha trasformato 350 cassette della frutta del mercato di Rialto in una gondola: qui ci racconta come ha fatto. (video Roberta De Rossi) Qui l'articolo con la sua storia e il video del varo

"In realtà è 30 centimetri più corta e secondo la tradizione dovrebbe essere realizzata con 9 tipi di legno", spiega Angelo Boscolo, pochi minuti prima del varo, "io ne ho utilizzati dieci, quelli delle cassette di frutta che mi hanno regalato gli amici del mercato. Ci ho messo un anno e mezzo, grazie ai preziosi consigli dell'amico Carlo Ciccato. Ho sbagliato, corretto, ma eccola qui". 

Il momento del varo in Canal Grande...
Il momento del varo in Canal Grande della gondola realizzata con le cassette della afrutta

La gondola del "Cantiere dei burloni", come è impresso nel trasto, con un altro venezianissimo motto: "Chi sa tace, chi non sa chiede. El mona sa già tutto".

Emozione per il varo: ma il battesimo dell'acqua è andato benissimo. 

 

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik