Quotidiani locali

BOTTE IN FAMIGLIA

Picchiava sistematicamente madre e nonno, ora è in carcere

Teglio Veneto. Ventiseienne tossicodipendente usava violenza contro i familiari. Per lui si sono aperte le porte del carcere.

PORTOGRUARO. Picchiava sistematicamente la madre e il nonno. Per questo un uomo di 26 anni, di Teglio Veneto (Venezia), stato arrestato dai carabinieri del Comando di Villanova di Fossalta.
Tra le accuse a suo carico ci sono reiterate aggressioni, sia fisiche sia verbali, soprattutto nei confronti della madre 49enne e dei parenti, residenti a poche centinaia di metri. Un vero e proprio calvario, quello che la donna ed i suoi familiari hanno dovuto subire per oltre quattro anni, a opera del figlio tossicodipendente. Percosse, intimidazioni e violenze di ogni tipo, pur di ottenere somme di denaro o altri benefici di qualsiasi genere.


Nei giorni scorsi il giovane si sarebbe scagliato contro il nonno, picchiandolo e trascinandolo con un amico in un canale, tenendolo con la testa infilata in un tubo di scolo solo per essersi azzardato a fare un rimprovero. Anche alla madre era riservato un trattamento simile, qualora non avesse esaudito i suoi desideri. Nel 2014, solo per averne denunciato

la scomparsa, perché il giovane si era allontanato per molti giorni senza alcun motivo, al suo rientro era stata subito presa a calci e schiaffi e poi, in piena notte, svegliata, scaraventata in strada in pigiama e costretta a dormire in auto. Il giovane si trova in carcere a Pordenone.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista