Quotidiani locali

ceggia 

Niente “calamità naturale” per le grandinate di giugno

CEGGIA. Niente stato di calamità, sfuma la possibilità per i ciliensi di ottenere i rimborsi per i danni causati dalle violente grandinate che si sono abbattute sul territorio tra il 6 e il 7 giugno...

CEGGIA. Niente stato di calamità, sfuma la possibilità per i ciliensi di ottenere i rimborsi per i danni causati dalle violente grandinate che si sono abbattute sul territorio tra il 6 e il 7 giugno scorso. Il Comune aveva chiesto, tramite la Regione, di attivare lo stato di emergenza, a causa del maltempo che ha causato numerosi danni a privati, oltre che a strutture pubbliche come i lucernari della scuola Collodi.

Ma dal Dipartimento nazionale della protezione civile è arrivata una risposta negativa. «Non si evincono», si legge nella lettera, «le condizioni di intensità e di estensione dell’evento tali da richiedere il ricorso a mezzi e poteri straordinari».

«Le grandinate hanno colpito solo il territorio di quattro Comuni. Per cui, per la sua estensione, non viene considerato
come un evento calamitoso», spiega il sindaco Mirko Marin. Ora si attende, con maggior fiducia, la risposta per lo stato di calamità per la tempesta del 10 agosto: l’estensione è stata assai più grande, con 18 Comuni della provincia ad aver presentato la lista dei danni. (g. mon.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik