Quotidiani locali

MONDIALI PARAOLIMPICI

Fioretto femminile sul tetto del mondo e Bebe Vio fa il bis

La squadra azzurra si è laureata campione del mondo nella sciabola maschile e nel fioretto femminile.

ROMA. Grande giornata per l’Italia della scherma paralimpica ai Mondiali in svolgimento a Roma all’Hilton Rome Airport Hotel di Fiumicino. La squadra azzurra infatti si è laureata campione del mondo nella sciabola maschile e nel fioretto femminile. Il team femminile, composto dalla veneziana Bebe Vio, Loredana Triiglia e Andreea Mogos ha battuto in finale 45-23 la Russia, mentre il quartetto degli uomini, guidato da Ct Marco Ciari e composto da Alberto Pellegrini, Edoardo Giordan, Marco Cima e da Alessio Sarri (che ha bissato l’oro individuale) ha migliorato il secondo posto ottenuto ad Eger2015 battendo sempre la Russia con il punteggio di 45-40.

"È una settimana da incorniciare, un Mondiale strepitoso, una scommessa vinta grazie alla formidabile sinergia tra il Comitato paralimpico la Federazione Italiana Scherma", ha commentato il presidente del Coni Giovanni Malagò. "Siamo tra i migliori anche nel mondo paralimpico, siamo molto orgogliosi",  ha aggiunto il numero uno dello sport italiano. "Complimenti a tutti, uomini e donne. E oggi Bebe Vio (oro nella gara a squadre di fioretto dopo la vittoria nell’individuale, ndr) è ancora più felice, al di là della sua strepitosa prestazione".

Per Bebe è il secondo oro a Fiumicino: l'8 novembre scorso, è arrivata prima nel fioretto individuale.

Mondiali paralimpici, Bebe Vio vince ancora: "Sono felice, da settembre vivevo in palestra" Beatrice Vio ha vinto la medaglia d'oro nel fioretto individuale, categoria B, alle paralimpiadi di scherma all'Hilton Rome Airport di Fiumicino. "Questo è il mondiale e ci tenevo tantissimo. E' da settembre che vivo in palestra, quindi sono davvero felice": così la campionessa azzurra ha commentato la vittoria appena scesa dalla pedana. In finale la Vio ha battuto la russa Viktoria Boykova con il punteggio di 15-3. Per la campionessa olimpica in carica, in seguito al successo ottenuto lo scorso anno a Rio de Janeiro, si tratta del secondo oro mondiale dopo quello conquistato due anni fa a Eger, in Ungheria.di Livia Crisafi

 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista