Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

«Un marchio a tutela della qualità»

Il presidente Marinese: la difesa dei nostri prodotti è una garanzia per l’economia

Il neopresidente di Confindstria di Venezia e Rovigo, Vincenzo Marinese, di ritorno dall’incontro con l’ex premier Renzi in visita a Marghera, ha lanciato un’ambiziosa proposta per sconfiggere la filiera della contraffazione di marchi e prodotti. «Confindustria insieme alla Camera di Commercio lancerà un protocollo comune per istituire un marchio anti contraffazione» ha detto nel suo intervento «Un marchio che verrà utilizzato dai commercianti che avranno così la possibilità di certificare la provenienza e la qualità dei loro prodotti, una garanzia per l'economia del nostro territorio».

«Come Confindustria, insieme alla Camera di Commercio» ha aggiunto Marinese «abbiamo organizzato un percorso importante di informazione e cultura d'impresa per sensibilizzare tutti i cittadini sul tema della lotta alla contraffazione che tocca tre ambiti: la tutela del nostro territorio, il senso di appartenenza e il senso di rispetto, perché imitare i nostri prodotti significa anche togliere dignità. Dobbiamo continuare a collaborare con le istituzioni che sono i nostri partner per la tutela della legalità».

«Per difendere al meglio i nostri prodotti, che sono la nostra forza e la nostra ricchezza, lanceremo un protocollo, insieme alla Camera di Commercio» ha aggiunto Marinese «per istituire un marchio anticontraffazione; un marchio che verrà utilizzato dai commercianti che avranno così la possibilità di certificare la provenienza e la qualità dei loro prodotti, una garanzia per l'economia del nostro territorio».

Confindustria e a Camera di Commercio hanno avviato, inoltre, un «percorso di informazione e cultura d'impresa che si propone di coinvolgere imprenditori, uomini d'azienda ma anche studenti, insegnanti, famiglie che si svilupperà nel corso dei prossimi mesi per sensibilizzare tutti i cittadini sul tema della lotta alla contraffazione». (g.fav.)