Quotidiani locali

Recinzioni abbattute e nessun controllo ma i lavori riprendono

CHIOGGIA. Recinzione abbattuta, nessun operaio al lavoro e nemmeno nessun addetto alla guardiania (nella foto). Ieri all’ora di pranzo il cantiere gpl di Punta Colombi si presentava zona franca. Una...

CHIOGGIA. Recinzione abbattuta, nessun operaio al lavoro e nemmeno nessun addetto alla guardiania (nella foto). Ieri all’ora di pranzo il cantiere gpl di Punta Colombi si presentava zona franca. Una contingenza strana che ha suscitato qualche punto di domanda, soprattutto dopo la svolta che hanno preso le indagini della Procura di Venezia nei giorni scorsi con la notizia di sei indagati, di perquisizioni all’Aspo, nella sede di Socogas e in Camera di commercio e di interrogatori a persone informate sui fatti. I lavori al cantiere sono fermi da parecchi giorni. La ditta, la Costa Bioenergie, spiega che non ci sono misteri. Il cantiere è fermo perché si sta attendendo che arrivi il materiale ordinato e a giorni i lavori riprenderanno. La recinzione è caduta in seguito al maltempo dei giorni scorsi, con il forte vento di bora, e la
ditta che dovrà ripristinarla è già stata contattata per la sistemazione. Il guardiano era sul momento assente. A giorni quindi i lavori riprenderanno a ritmo serrato. Nessun altro commento da parte della ditta sulle decisioni della Procura e sui filoni di indagine aperti.
(e.b.a.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista