Quotidiani locali

Brugnaro e i turisti spennati a Venezia: chi ha ragione?

Votate il nostro sondaggio online sul sindaco che dà dei pezzenti a tre cinesi residenti in Gran Bretagna

Venezia, che conto salato! Il turista scrive al sindaco Un pranzo di pesce per tre a due passi da piazza San Marco: il conto finale supera i 500 euro. Così il turista orientale scrive al sindaco di Venezia: "Questo comportamento rischia di rovinarvi la reputazione" (a cura di Annalisa D'Aprile) L'articolo

leggi anche:

VENEZIA. Una famiglia di turisti protesta per il conto salato di un ristorante inviando una lettera al sindaco Luigi Brugnaro e lui, al microfono di Sky TG24 Economia, risponde così: «Pezzenti. Uno mangia e beve, poi dice che non sapeva la lingua. Ma se vieni in Italia devi imparare l’italiano e anche un po’ di veneziano non farebbe male. Hanno mangiato aragosta, non hanno lasciato niente sul piatto. Ho chiesto al cameriere se gli avessero lasciato la mancia, neanche quello».

Il tema è ben conosciuto: i turisti incauti, a Venezia vengono regolarmente spennati. Sono incauti loro, o spregiudicati i ristoratori? Brugnaro sostiene la prima tesi. Anzi, rilancia: a Venezia è giusto che tutto costi molto, basta con i pranzi al sacco. E voi cosa ne dite??

Votate il sondaggio qui sotto e guardate i risultati:

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista