Quotidiani locali

«Servono telecamere e più illuminazione»

VENEZIA. Hanno spaccato la vetrina antisfondamento e si sono portati via settemila euro di merce tra sigarette e gratta e vinci. I carabinieri stanno visionando le immagini di una telecamera che ha...

VENEZIA. Hanno spaccato la vetrina antisfondamento e si sono portati via settemila euro di merce tra sigarette e gratta e vinci. I carabinieri stanno visionando le immagini di una telecamera che ha ripreso quel tratto della calle e ci sono già dei sospetti. Proprio lunedì mattina, infatti, tre ragazzi dell’est erano entrati nella tabaccheria, avevano guardato un po’ in giro senza dire nulla e se n’erano andati: «Staranno prendendo le misure per svaligiare il negozio», aveva detto Zane ridendo. Alle 3.30 della mattina successiva è arrivata la telefonata del trasportatore di giornali per avvisare della vetrina a pezzi.

«Quando mi sono svegliato» racconta Zane «ho trovato la chiamata del trasportatore e un’altra sul telefono cellulare. Purtroppo, quando ho notato chi mi chiamava, ho capito di che si trattava. Infatti, ho chiamato ed erano i carabinieri. Che, tra l’altro, ringrazio».

Alle sei di ieri mattina, Zane insieme alla moglie sono partiti da Martellago. Giunti sul posto, si sono trovati davanti ad anni di sacrifici andati in frantumi: «Abbiamo rilevato la tabaccheria tre anni fa. Piano piano stavamo risistemando tutto all’interno. Questa non ci voleva» spiega l’uomo, mostrando che la vetrina è formata da un doppio strato di vetro (nella foto) . I ladri devono averla spaccata colpendola una decina di volte con una mazza o un ferro pesante, ma i vicini non hanno sentito rumori. La speranza di trovare i colpevoli sono appese alla telecamera e alle riprese al vaglio dei carabinieri. «Questa notte dovrò dormire in negozio» afferma Zane «Per com’è la giustizia in Italia, anche se venissero presi, uscirebbero presto dalla galera. Non sono i primi furti nella zona, anzi. Spero che finalmente l’amministrazione
capisca che è ora di mettere telecamere e più illuminazione». Non è la prima volta che viene fatta questa richiesta, in particolare dopi i numerosi tentativi di scasso nella vicina Calle Longa, riusciti in un paio di negozi di souvenir di bengalesi.


Vera Mantengoli

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista