Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

La differenziata anche a Ponente

Altre cinquemila persone coinvolte nella raccolta porta a porta

CAORLE. La località è stata tappezzata di manifesti di Asvo che ritraggono volti e uno slogan “Non ti nascondere”. Di fatto l’ente per la raccolta rifiuti annuncia così l’avvio della raccolta differenziata porta a porta nel territorio di Ponente di Caorle e interessa oltre cinquemila persone. Il nuovo sistema verrà avviato ai primi di febbraio e punta concretamente a rendere Caorle una delle località più virtuose.

«Finora abbiamo poco meno del 50% di differenziata e puntiamo al 60%», annuncia il presidente di Asvo. Il porta a porta a Caorle sembra funzionare nella zona di Sansonessa, dove è in vigore da tempo, e anche nelle frazioni più vicine al territorio di Portogruaro, come Castello, Villaviera, e la Brussa. Il nuovo sistema riguarderà la zona compresa tra piazza Sant’Antonio e via Tagliamento, cioè dall’inizio di viale Santa Margherita fino alla foce del Livenza. I rioni coinvolti saranno quelli degli artisti (viale Buonarroti e le laterali), quello dei campi da tennis (via Venier, via Vespucci, via Marco Polo), il villaggio Orologio e il rione di Santa Margherita. Alcuni cittadini già da tempo praticano a casa la differenziata, ma da febbraio 2018 dovranno abituarsi a riempire i piccoli bidoncini colorati (giallo per la carta, marrone per l’umido e bianco per il vetro) che Asvo rilascerà a ogni utenza. (r.p.)