Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

È morta Anna, ex titolare della casa editrice Helvetia

VENEZIA. Anna Possamai, aveva 91 anni ed è morta serenamente nel sonno e nel suo letto. Anna Possamai, con il marito Angelo Spagnol è stata la titolare della casa editrice Helvetia, dell’omonima...

VENEZIA. Anna Possamai, aveva 91 anni ed è morta serenamente nel sonno e nel suo letto. Anna Possamai, con il marito Angelo Spagnol è stata la titolare della casa editrice Helvetia, dell’omonima libreria di Campo Santa Margherita e di una tipografia. Anna dopo essersi ritirata dall’attività viveva a Spinea. Il funerale si svolgerà domani mattina, con inizio alle ore 11, nella Chiesa di Santa Bertilla a Spinea. Dopo la cerimonia la salma verrà cremata e le ceneri tumulate nel cimitero di Chirignago «a canto al me vecio» come desiderava.

Anna era nata a Conegliano. Da giovane e dopo aver conosciuto e sposato Gianni Spagnol era emigrata in Svizzera per lavoro. Negli anni Sessanta Anna e il marito sono rientrati a Venezia, scegliendo di vivere accanto a San Rocco, dove hanno abitato fino a metà degli anni Novanta. Appena rientrati dalla Svizzera hanno aperto la Tipografia Helvetia. Nel 1972 Angelo ha fondato Edizioni Helvetia. Angelo Spagnol era anche musicista, compositore e scrittore. Anna ha sempre sostenuto il marito e lo accompagnava, sostenendolo, nei vari impegni in giro per l’Italia. Facevano parte dell’associazione “Duri i Banchi” e dei Cavalieri di San Marco. A metà degli anni Settanta hanno aperto la “Libreria Helvetia” in Campo Santa Margherita che Anna gestiva in completa autonomia. La libreria è rimasta nella loro gestione fino all’inizio degli anni Novanta.

Non avendo figli ha riversato tutto l’affetto che poteva dare nei confronti delle tre nipoti Marisa, Renata e Daniela. Trasferitasi a Spinea e sempre al fianco del marito ha partecipato alla vita culturale locale, dalla morte di Gianni nel 2000 si era ritirata dalla vita pubblica.