Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Cerca di vendere refurtiva, preso

Treporti. Giovane di 26 anni denunciato per ricettazione. I carabinieri sulle tracce dei vandali

TREPORTI. Danneggiamenti e furto di attrezzi in un magazzino agricolo di Treporti: denunciato dai carabinieri un 26enne residente in zona per ricettazione. Il giovane è stato segnalato ai militari mentre tentava di rivendere degli attrezzi agricoli rubati in via Traghetto Vecchio un paio di giorni prima. Ad essere trovato in possesso della refurtiva, tra cui un decespugliatore di una marca molto diffusa e altro materiale per le lavorazioni agricole, E.J. di Treporti, già noto alle forze dell’ordine per precedenti specifici. Gli attrezzi erano spariti più di una settimana fa da un capanno all’esterno di un’abitazione dove sarebbero anche stati compiuti atti di vandalismo oltre al furto. Un ammanco denunciato immediatamente dal legittimo proprietario ai carabinieri di Cavallino-Treporti che nel frattempo avevano già sequestrato i materiali e nei prossimi giorni provvederanno a riconsegnare la refurtiva che è già stata riconosciuta dal derubato.

L’episodio si aggiunge al recente gesto di vandalismo avvenuto una settimana fa a Ca’ Savio ai danni delle fioriere della gioielleria Sommer nei pressi di piazza Papa Giovanni Paolo II. Il responsabile dell’atto vandalico aveva infatti rovesciato le fioriere accanto alla gioielleria per dispetto ma era stato immortalato dalla videosorveglianza del titolare dell’esercizio, nonché delegato locale di Confcommercio, Marco Agazia, che aveva sporto denuncia diffondendo poi le immagini su Facebook dei danni che consistono soprattutto in rovesciamenti delle fioriere e una foto che ritrae il responsabile del vandalismo col volto travisato. Il teatro dei vandalismi era stato un angolo della piazza dove si affaccia il municipio di Cavallino-Treporti, e le aiuole annesse.

«Poi si temono e si segnalano come potenziali autori di furti e atti vandalici persone di origine straniera che percorrono le vie del litorale», commentano alcuni residenti di Treporti, «pochi ammettono che spesso gli autori di furti e danneggiamenti a beni pubblici e privati sono giovani della zona che scorrazzano a Cavallino-Treporti senza mai prendere una severa lezione».

Non è la prima volta che vengono denunciati atti di vandalismo nella zona di Ca’ Savio e Treporti. Anni fa proprio nella piazza del municipio venivano regolarmente piegati i delimitatori metallici, ma vandalismi a Cavallino-Treporti negli anni sono stati segnalati soprattutto alle strutture scolastiche, parchi pubblici e arredi urbani.

©RIPRODUZIONE RISERVATA