Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Il Venezia vince a Brescia

L'esultanza del Venezia

Brescia. La squadra di Pippo Inzaghi batte l'avversaria fuori casa

BRESCIA. Il Venezia vince a Brescia. Quando sembrava tutto perduto e dopo aver sbagliato diverse occasioni, il Venezia è riuscito a ribaltare una gara che lo vedeva sotto al 40’ del secondo tempo dopo una prodezza di Caracciolo. Ma Pinato prima e Falzerano dopo, in due minuti, danno la vittoria, giusta per quello che si è visto in campo, al Venezia. 

La prima occasione è del Venezia al 6’; vola via sulla sinistra Falzerano, mette in mezzo ma Moreo impatta male di destro davanti al portiere e l’azione sfuma. Il Brescia fa girare a palla ma la difesa veneziana non lascia varchi. Caracciolo ha pochi spunti. Ancora Moreo al 29’ libera bene Marsura, diagonale sul primo palo vicino all’area piccola e Minelli mette in angolo. Sul successivo corner, si tuffa Pinato ma la palla va a lato.

Il Venezia è pericoloso al 37’ quando un’azione in velocità consente a Zampano di mettere in mezzo da destra: Marsura, solo, spreca. Lo stesso fa il cuo compagno di reparto Moreo, che in chiusura di tempo prima davanti a Minelli non riesce a battere a rete, poi, nell’azione successiva, salta il portiere e mette fuori. Finisce il primo tempo con la sensazione di un Venezia che spreca troppo e meriterebbe il vantaggio. Il pubblico del “Rigamonti” fischia.

L’avvio di ripresa vede le squadre più bloccate e per vedere un’azione da rete si deve aspettare il 26’ per vedere un’opportunità. Ancora per il Venezia. Solita azione ben combinata sulla destra, Zampano crossa e Marsura di testa manda fuori. Al 34’ la prima vera occasione lombarda con Bisoli: vola Audero e mette in angolo. Ma le partite si vincono con le reti fatte non con le occasioni create: a Caracciolo basta una mezza occasione e di tacco fa secco Audero.

Per fortuna ci mette una pezza Pinato a trovare l’angolo giusto di piatto al 42’. Ma questa partita riserva mille sorprese; lancio lungo di Garofalo, sul secondo palo arriva Falzerano e mette dentro il vantaggio veneziano.