Quotidiani locali

ERACLEA 

Noci, un’azienda all’avanguardia

Tenuta La Spiga: 120 ettari e nuovi impianti per l’essiccazione

ERACLEA. Un’azienda all’avanguardia nella coltivazione, nella raccolta e nell’essiccazione delle noci. Si chiama Tenuta La Spiga ed è in via Sette Casoni a Torre di Fine. Centoventi ettari coltivati a noceto (ma l’azienda ne conta molti di più, perché fu fondata quasi cento anni fa da Achille Gaggia, veneziano, ai tempi della bonifica), gli altri a viti di prosecco, pere, seminativi. Ora la gestisce il pronipote Alessandro, che ha puntato tutto sulle noci. E questa azienda dà lavoro a una ventina di persone nel corso dell’anno, non male di questi tempi.

Quel che importa, però, è che La Spiga è organizzata nel rispetto del territorio, ad esempio, lepri, volatili vari possono continuare a vivere in tutta tranquillità, come si rispetta la biodiversità. Non solo: le noci dalla coltivazione fino all’essiccazione sono trattate secondo ecologia. Terreno erboso lungo i filari degli alberi, tecniche e macchinari di raccolta assai poco invasivi, lo stesso dicasi per la smallatura, e quando arrivano al momento dell’essicazione, tutto meccanizzato, impianto esterno di pulitura a mano, nastro trasportatore fino alle 14 celle di essicazione, la quale è un vento piuttosto forte a 34 gradi. Bassa temperatura insomma, affinché le noci non possano “bruciarsi”.

E non è finita, perché c’è ancora l’intervento umano: un addetto misura con speciali apparecchiature l’umidità delle noci cella per cella, e se le noci di una cella risultano troppo umide ecco che sosteranno in quella cella
qualche ora di più, anche un giorno se è il caso, sempre a 34 gradi. Noci Lara (90 ettari) e Chandler (30), quanto di meglio in fatto di gherigli. L’impianto, nuovo di zecca, è stato inaugurato nei giorni scorsi alla presenza del sindaco di Eraclea.

Francesco Lazzarini

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista