Quotidiani locali

Voglia di lusso per gli hotel, a Jesolo arrivano altri cinque stelle

Il presidente degli albergatori Rizzante fa il punto della situazione «La domanda chiede sempre più qualità, bisogna riqualificare le strutture» 

JESOLO. Lusso e qualità nel futuro di Jesolo. Adesso gli esperti del settore parlano di almeno altri nuovi cinque stelle in aggiunta agli attuali due aperti sul litorale, e cioè Almar e Falkensteiner. C’è una domanda internazionale che chiede sempre più qualità nelle strutture ricettive e per questo è disposta a pagare senza fare tante storie. Molti operatori ritengono che vi siano spazio e domanda per altre cinque strutture super lusso.

leggi anche:


Il lido di Jesolo è la località ideale, così vicina a Venezia da sembrarne quasi una parte, un quartiere sul mare facilmente raggiungibile in auto o con un’imbarcazione veloce per turisti internazionali che provengono da paesi in cui ci sono più fusi orari e le distanze sono siderali rispetto alle nostre. Città in cui ci vuole più di un’ora per spostarsi da un quartiere ad un altro.

Con i suoi 371 alberghi, il lido di Jesolo ha i numeri sulla costa veneziana e anche le stelle per crescere ancora. Nei giorni scorsi, anche il patron di Aqualandia Luciano Pareschi, di ritorno da un viaggio di lavoro e relazioni turistiche in Cina, ha ricordato che ci sono seicento milioni di potenziali turisti cinesi, altri cento milioni di super ricchi con gli occhi a mandorla puntati su due città italiane soprattutto: Roma e Venezia. E per loro Jesolo e Venezia non sono distanti e possono diventare intercambiabili in una vacanza dinamica.

leggi anche:

01_WEB

Settore turistico, caccia agli evasori

Il caso Chioggia. L’assessore D’Este accusa: «Stagione turistica da record ma le imposte versate dalla tassa di soggiorno riscossa dagli albergatori sono state le stesse del 2016» 


Il presidente dell’associazione jesolana albergatori, Alessandro Rizzante, ritiene che oggi come oggi siano i quattro stelle gli hotel più richiesti e che potrebbero aumentare più velocemente e facilmente. «Abbiamo 24 alberghi a quattro stelle superior e 46 quattro stelle», spiega Rizzante, «poi 7 a 3 stelle superior e ben 202 a 3 stelle in tutto il lido. Ed è proprio sui 3 stelle che potremmo agire per un passaggio al livello più elevato», continua il presidente Rizzante, «perché sono davvero tanti e oggi come oggi in molti casi dovrebbero essere rinnovati. Ci sono grandi potenzialità inespresse al lido e possono essere sfruttate forme di finanziamenti agevolato. Noi stessi dobbiamo fare in modo che i finanziamenti arrivino sul litorale per poterli impiegare nel miglioramento delle strutture ricettive. E gli hotel a quattro stelle sono quelli più richiesti dalla clientela internazionale».

«Certo poi», conclude il presidente dell’Aja, «c’è anche lo spazio per i cinque stelle che oggi sono due. Io credo che a Jesolo ne potrebbero essere aperti altri, ma per questo sono il mercato e l’imprenditoria che decideranno».

Un nuovo hotel a cinque stelle è progettato nell’ambito dei lavori di ampliamento del parco a tema acquatico Aqualandia, un altro era previsto nei lavori per il centro commerciale Jesolo Magica progettato dall’archistar Zaha Adid. 

leggi anche:

Ma altri due o tre alberghi a cinque stelle, forse di più, potrebbero profilarsi nei prossimi dieci anni a Jesolo, con un aumento dei quattro stelle che potrebbero essere recuperati dai sovrabbondanti tre stelle che oggi non brillano più e hanno bisogno di essere rilanciati per essere competitivi in un mercato soprattutto internazionale che è sempre più esigente.



©RIPRODUZIONE RISERVATA
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista