Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Mangia dei fichi donna colpita da choc anafilattico

TEGLIO VENETO. Una donna di mezza età è andata in choc anafilattico dopo aver mangiato dei fichi. È accaduto nella frazione di Cintello. Soccorsa da personale del Suem 118 è stata dichiarata fuori...

TEGLIO VENETO. Una donna di mezza età è andata in choc anafilattico dopo aver mangiato dei fichi. È accaduto nella frazione di Cintello. Soccorsa da personale del Suem 118 è stata dichiarata fuori pericolo. Fondamentale è stata l’opera di soccorso portata dagli operatori sanitari intervenuti nell’abitazione della stessa. All’origine del malore, che poteva avere tragiche conseguenze, è stata sicuramente un’allergia a uno degli ingredienti del frutto. L’allarme è stato dato da un familiare. Sul posto è arrivata un’ambulanza del 118, il cui equipaggio si è messo subito al lavoro per poter salvare la donna che è stata trasferita all’ospedale dove è stata sottoposta a tutti gli accertamenti del caso. I familiari comunque avevano messo al corrente infermieri e medici che la donna non è nuova a questi malori, solo che stavolta quanto occorso è stato molto più intenso del previsto.

Di choc anafilattico, ma seguito della puntura di una vespa, era morto un operaio di la Salute di Livenza nel mese di agosto, dopo un’agonia durata una settimana. Si chiamava Filippo Speretta, lavorava a Cessalto e aveva 44 anni. (r.p.)