Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

I sindaci del Naviglio chiedono interventi a Regione e Genio

MIRA. Se i sindaci dell’area sud della Riviera e del padovano hanno fatto richiesta di sistemazione delle rive del fiume Brenta fino a Codevigo, i quattro comuni dell’asta del Naviglio del Brenta e...

MIRA. Se i sindaci dell’area sud della Riviera e del padovano hanno fatto richiesta di sistemazione delle rive del fiume Brenta fino a Codevigo, i quattro comuni dell’asta del Naviglio del Brenta e cioè Mira, Dolo, Fiesso d’Artico e Stra, hanno portato qualche giorno fa all’attenzione della Regione e nello specifico dell’assessore al turismo regionale Federico Caner i problemi che ha questo corso d’acqua.

«Nell’incontro, come amministratori locali», spiega il sindaco di Mira Marco Dori, «abbiamo posto alla Regione precise richieste circa la necessità di investire maggiormente sulla manutenzione del Naviglio. Ho posto all’attenzione il fatto che il Comune di Mira ad esempio deve destinare circa 400 mila euro annui alla manutenzione e movimentazione ordinaria dei nove ponti sul canale da Fusina fino a Mira Taglio che ci sono nel nostro territorio comunale. Ho anche chiesto alla Regione che attraverso il Genio Civile compia una manutenzione più attenta delle rive del canale soggette a crolli e anche una maggiore frequenza degli sfalci. Sono rive su cui si affaccia un patrimonio storico ineguagliabile come quello delle antiche ville patrizie veneziane». (a. ab.)