Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Auto fuori strada, muore quarantenne di Marghera 

L'incidente nella notte a Quarto d'Altino causato dall'alta velocità.  L'uomo alla guida è ferito gravemente

QUARTO D’ALTINO. Auto fuori strada nella notte in via Claudia Augusta a Quarto d’Altino, muore il passeggero di una Nissan Micra, residente a Marghera.

Devis Boscolo, 40 anni di Marghera ha perso la vita per le gravi lesioni subite dopo l’uscita di strada a gran velocità, intorno all’1.40, nella immediata periferia di Quarto d’Altino.

Lo schianto nella notte e il fragore dell’impatto hanno svegliato i residenti di soprassalto nella notte. Ai primi bagliori delle sirene tutti hanno capito che era accaduto qualcosa di grave, un incidente stradale purtroppo con esito mortale, come è stato chiaro poco dopo.

La vittima, Devis Boscolo

E’ rimasto ferito il conducente dell’auto L.M. di 36 anni, carpentiere, residente a Quarto d’Altino che è stato subito soccorso e trasportato in gravi condizioni all’ospedale di Mestre dove è stato infine ricoverato nel cuore della notte. La sua prognosi è riservata. Ha subito ferite in varie parti del corpo dopo l’impatto sul terrapieno di un fossato.

L’auto è arrivata a velocità sostenuta da via Kennedy, imboccando poi la via Augusta. All’altezza del civico 123, in prossimità di una curva a destra, il 36enne L.M. ha perso improvvisamente il controllo della vettura finendo contro il terrapieno di un fossato che fiancheggia la strada.

L’impatto è stato estremamente violento e fatale per il passeggero che sedeva sul sedile anteriore, di fianco al 36 enne di Quarto d’Altino.

Devis Boscolo è dunque morto praticamente sul colpo.

L’auto ha finito la sua corsa completamente fuori controllo nel cortile di un’abitazione di via Augusta. Sul posto sono intervenuti dopo pochi minuti dalla chiamata di allarme i vigili del fuoco di Mestre che hanno estratto il corpo senza vita di Boscolo e dell’altro ferito gravissimo.

L’Autorità giudiziaria ha dato il nulla osta per la rimozione della salma a opera dell’impresa funebre “San Michele” di Quarto d’Altino. L’auto convolta nell’incidente mortale e tutta la documentazione sono risultati in regola. I carabinieri della compagnia di San Donà, intervenuto sul posto dopo l’incidente, hanno effettuato i primi controlli e rilevamenti stradali per poi avvertire, attraverso il comando di Mestre, i familiari della vittima nella notte. Come da prassi sono stati disposti successivamente i controlli sul ferito per accertare se avesse assunto sostanze alcoliche o stupefacenti alla guida.

Ora il 36enne è sotto stretta osservazione perchè ha riportato lesioni gravi dopo l'uscita di strada e per questo motivo i sanitari si sono riservati la prognosi in attesa di comunicargli anche il tragico decesso del suo passeggero.