Quotidiani locali

maerne 

Troppo pochi volontari, addio al Presepe vivente di Maerne

Trentadue edizioni alle spalle, ma quest'anno, nonostante gli appelli, mancano le forze. E per ora la manifestazione salta

MARTELLAGO. Troppo pochi. Martellago, il comprensorio, la provincia perdono – almeno per ora – una storica iniziativa natalizia. Giovedì sera è stato deciso di non proporre il Presepe Vivente di Maerne, con 32 edizioni alle spalle: stavolta non accompagnerà bambini e adulti a cavallo tra fine anno e l’inizio del successivo. La riunione dell’altro ieri in biblioteca non ha portato agli effetti sperati, nonostante gli appelli dell’Associazione genitori di Maerne e Olmo e degli Amici di Simone, disposti a trovare dei volontari per allestire e poi smontare la scenografia.

Anche il Comune ha dovuto arrendersi, nonostante la sindaca Monica Barbiero e il suo vice Marco Garbin avessero invitato a rifletterci bene. Ma il presidente del Comitato Presepe, Giorgio Pirolo, ha alzato bandiera bianca; intanto le persone che si sono offerte sono solo tre e ne servirebbero molte di più, ci sono gli elevati costi da sostenere, a partire dalla messa a norma dell’impianto elettrico per una spesa attorno ai 15-20 mila euro, poi ci sono da trovare i figuranti, le nuove norme sulla sicurezza coinvolgono pure i trattori, gli animali da seguire.

Insomma, tanti piccoli grandi problemi che, di fatto, formano una montagna impossibile da scalare a due mesi esatti dal via. Infatti, l’apertura ufficiale avveniva la notte di Natale, appena dopo la messa delle 23 e le rappresentazioni si facevano nei festivi sino alla chiusura dell’Epifania.

In attesa di capire cosa succederà nel 2018, per quest’anno si prova a salvare qualcosa e in piazza IV Novembre sarà proposta la natività ma senza gli animali. Si pensa di animarla con un bambino, come

si faceva al Presepe Vivente, e allestire delle strutture e delle botteghe. Anche in questo caso, si punta ad aprirla solo nei giorni di festa. In attesa di uno scatto d’orgoglio che faccia recuperare la vecchia tradizione.

Alessandro Ragazzo
 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista