Quotidiani locali

Tre milioni per finire l’M9, via al dialogo col Comune

Il Consiglio generale della Fondazione approva erogazioni per 6,7 milioni. Apertura prevista a dicembre 2018

MESTRE. Nel 2018 praticamente metà delle erogazioni della Fondazione di Venezia serviranno per completare i lavori e l’allestimento del nuovo museo in terraferma, il Museo M9 che sta crescendo tra via Brenta Vecchia e via Poerio. Venerdì il Consiglio generale della Fondazione, presieduta da Giampietro Brunello, si è riunito a Venezia per approvare il documento programmatico previsionale per l’esercizio 2018. Su 6,7 milioni di euro di erogazioni stanziate ieri dalla Fondazione, ben 3 milioni vanno al museo M9, investimento che sta impegnando a fondo la Fondazione e il suo staff. Al milione e 300 mila euro inizialmente stanziati, il Consiglio generale ha deliberato ieri un investimento ulteriore di 1,7 milioni di euro. Tre milioni quindi per il nuovo museo di Mestre la cui apertura è confermata per dicembre 2018.

Mestre, alla scoperta del futuro Museo del 900 Entro l'estate sarà completato l'M9 il grande spazione che ospiterà musei, spettacoli ed eventi culturali nel cuore della città LEGGI L'ARTICOLO

Fondi extra necessari per garantire il completamento dei lavori e degli allestimenti interni e per il successivo avvio della gestione del polo museale su cui la Fondazione investe praticamente metà delle proprie erogazioni destinate al territorio. A conferma di quanto era evidente da tempo: lo sforzo sul progetto M9, interamente realizzato dalla fondazione privata con un investimento di 100 milioni di euro, ha ridotto in queste anni le erogazioni al territorio di una Fondazione che è l’evoluzione della fondazione della Cassa di Risparmio, legatissima al tessuto economico e sociale della città.

Il Museo M9 si vede garantite le risorse per aprire rispettando i tempi e per l’avvio di un progetto culturale che in terraferma sta generando grandi aspettative ma nel contempo anche grandi incertezze. «Per Natale 2018 inaugureremo il Museo, pronto e allestito e con la sala delle mostre temporanee. E naturalmente apriremo il centro commerciale nell’ex convento. Resterà da sistemare solo il piccolo edificio di via Meucci». Questa era stata la promessa di Brunello nel forum alla Nuova Venezia dello scorso settembre. Date riconfermate pochi giorni fa durante la visita privata del sindaco Luigi Brugnaro nel cantiere, grande un ettaro nel centro di Mestre. E che ora vanno rispettate.

Il sindaco ha visitato con entusiasmo gli spazi dispensando consigli, pronto ad avere voce in capitolo. Fondazione di Venezia e amministrazione comunale, con i tecnici, apriranno ora una serie di tavoli per garantire che il Museo M9 apra tra un anno con certezze sul fronte di accessibilità, servizi e mobilità. Il Polo museale in centro a Mestre aprirà nuovi percorsi pedonali, tra via Brenta Vecchia, calle Legrenzi e via Poerio che saranno attrezzati con panchine, servizi wi-fi, nuovi percorsi in cui passeggiare. E servizi per i visitatori come bici elettriche per andare e venire dalla stazione. Occorre ora chiudere gli accordi con i garage vicini ( il museo nasce senza parcheggio) e definire gli spazi dove fermare gli autobus di scuole e gruppi. E vanno chiusi i contratti commerciali per riempire l’ex convento che è l’area retail, spazio di pregio che con i fitti dovrà sostenere i costi di gestione del museo.

«L’obiettivo ottimale è 350 mila visitatori al l’anno. Poi se arriviamo a 420 mila visitatori abbiamo fatto bingo», ci ha spiegato Brunello. Gli spazi commerciali si sono più che raddoppiati rispetto al progetto iniziale: ai 2.600 metri quadri del convento si aggiungono l’edificio Meucci verso Corte Legrenzi (ancora tutto da ristrutturare) e gli spazi di via Brenta Vecchia. E si arriva così a 7 mila metri quadri. In corso è la definizione del business plan che fisserà in base al numero dei visitatori, il costo dei biglietti e i relativi canoni di locazione degli spazi. E sarà aperto alla città il cortile del convento, attrezzato per eventi e concerti.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista