Quotidiani locali

portogruaro. l’aggressione ai profughi 

Mille firme contro il razzismo

Successo dell’iniziativa. Daspo pronti per gli otto ultrà del Treviso

PORTOGRUARO. Si sta chiudendo il cerchio sui balordi razzisti che hanno selvaggiamente picchiato, mandandoli all’ospedale, tre ragazzini richiedenti asilo che alloggiano, grazie alla cooperativa Cssa di Spinea, in una casa alla periferia di Portogruaro.

I carabinieri tra pochi giorni chiuderanno le indagini, rendendo noti i particolari che riguardano la denuncia di 8 ultrà del Treviso calcio che riceveranno anche un daspo da uno a tre anni per impedire l’accesso alle manifestazioni sportive. Intanto prosegue a gonfie vele la petizione organizzata da un gruppo di cittadini, per chiedere al prefetto di Venezia e al sindaco di Portogruaro di organizzare manifestazioni contro il razzismo. Si è raggiunta quota 1000 firme in poco più di una settimana.

Lo comunica il comitato promotore retto da Anita Fiorentino. L’ex consigliere comunale e maestra elementare, anche nel fine settimane in modo instancabile ha convinto decine di residenti ad aderire alla campagna. «Abbiamo avviato la petizione per sensibilizzare i portogruaresi sui gravi rischi che la deriva razzista rappresenta per l’Italia e anche per la nostra piccola realtà cittadina», spiega Anita Fiorentino, «la nostra petizione è un successo. Continueremo a raccogliere firme anche nel mese di novembre». Portogruaro, secondo gli organizzatori della petizione, non fa abbastanza nell’opera di sensibilizzazione contro questa piaga e l’aggressione ai ragazzini lo dimostra. All’inizio dell’estate Anita Fiorentino si presentò al Commissariato di polizia per denunciare
all’autorità giudiziaria una decina di persone che su facebook avevano accolto i richiedenti asilo nelle case ex demaniali di via San Giacomo al grido “Bruciamoli vivi”. «Ecco perché», conclude, «ho avviato la petizione con un gruppo di amici e sono felice del risultato».(r.p.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista