Quotidiani locali

L’ossario dei Caduti di Torre lasciato in preda all’incuria

TORRE DI MOSTO. L’ossario dei Caduti austroungarici nel cimitero di Torre di Mosto lasciato in preda all’incuria. Non un bel biglietto da visita per il paese, tanto più in questo periodo di...

TORRE DI MOSTO. L’ossario dei Caduti austroungarici nel cimitero di Torre di Mosto lasciato in preda all’incuria. Non un bel biglietto da visita per il paese, tanto più in questo periodo di celebrazioni per il centenario della Grande Guerra. A evidenziarlo è l’appassionato storico Silvio Cibinel, che ha scritto al Comune per chiedere un intervento. Con un piccolo dossier fotografico, Cibinel ha evidenziato l’incuria riscontrata nell’ossario dei Caduti, in particolare in corrispondenza del loculo alla memoria del “vitez” (ovvero, il “valoroso eroe”), uno dei tanti Caduti collocati nell’ossario.

«Basterebbe mettere un avviso di non oltraggiare la memoria di questi Caduti usando quella porzione come discarica», spiega Cibinel, «tempo fa ho ripulito la zona in questione perché il fango, le pietre e i vari rifiuti sotterravano alcune cellette dell’ossario». In passato l’ossario dei Caduti veniva usato anche come
appoggio per la scopa utilizzata in cimitero. «Un vero segno di rispetto per la loro memoria e sacrifico», ironizza Cibinel, che ha suggerito al Comune piccoli interventi per agevolare chi ramazza a conferire i rifiuti nel cestino e non sul lato sinistro dell’ossario. (g.mon.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista