Quotidiani locali

Tommasi: «Pronti a pagare il giusto»

CONA. «Sono stato il primo a proporre agli altri due sindaci una convenzione per salvare il giudice di pace. E sono ancora dell’idea che non possiamo rinunciare a questo servizio». Henri Tommasi,...

CONA. «Sono stato il primo a proporre agli altri due sindaci una convenzione per salvare il giudice di pace. E sono ancora dell’idea che non possiamo rinunciare a questo servizio».

Henri Tommasi, sindaco di Cavarzere, non ci sta a fare la parte di quello che si tira indietro. Nei mesi scorsi la sua posizione era apparsa decisamente improntata al risparmio perché, a fronte della proposta di ripartizione delle spese che prevedeva, per il suo Comune, l’esborso di 30mila euro l’anno (invece dei 40mila iniziali) aveva detto di no, motivando che Cona, nella medesima trattativa, aveva avuto uno “sconto” maggiore, passando da 10mila a 2mila euro l’anno: l’80% in meno, rispetto al 25% riservato a Cavarzere. Tutta la differenza sarebbe finita a carico di Chioggia, facendo storcere il naso al sindaco Ferro. Ma Tommasi ribatteva che «Chioggia ha, comunque, un bilancio più forte». E anche più spese, osservava qualcuno nel comune lagunare. Le posizioni, però, restavano distanti. Ora Tommasi porge la mano: «Non ho mai detto che non avrei contribuito alle spese, però 30mila euro sono troppi. Troviamo, insieme, il modo di ridurre quella spesa e il contributo di Cavarzere
non mancherà». Il “quantum”, però resta ancora indefinito: 8mila euro (l’80% in meno rispetto ai 40mila iniziali) «andrebbe certamente bene», dice Tommasi, «ma anche qualche migliaio più. Anche se, per stabilire una cifra definitiva, dovrei consultare la maggioranza». (Diego Degan)


TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista