Quotidiani locali

noale 

«Senza casa né lavoro, aiutatemi»

L’appello di Belgacem, 27 anni: suo figlio di 3 anni è emofiliaco

NOALE. Una storia come tante ma se ne sentono sempre più: perdi il lavoro, la famiglia non se la passa tanto bene, moglie e figli hanno problemi di salute e, “ciliegina” finale, ti ritrovi in mezzo alla strada. In queste poche righe c’è la vicenda di Achraf Belgacem, un tunisino di 27 anni, residente a Noale e in Italia da 13 anni. Chiede aiuto. Ha una moglie asmatica di 24 anni e una coppia di bimbi: il maschio ha 3 anni ed è afflitto da emofilia A, che comporta emorragie spontanee e prolungate; la femmina ha 17 mesi. In questi anni ha vissuto da un parente, in comodato d’uso gratuito, ma ora questi ha bisogno dell’immobile per viverci e deve fare dei restauri. Tradotto: i Belgacem sono per strada.

«Avevo un lavoro come magazziniere», racconta il giovane, «ma l’azienda ha chiuso e sono disoccupato in attesa del sussidio. Senza contare che dovrò accompagnare mio figlio a Padova tre volte la settimana per le terapie e sinora la Caritas ci dà una mano per mangiare. Ho parlato con la sindaca Patrizia Andreotti, gli assistenti sociali e chiedo una mano sia per un alloggio sia per un lavoro: in queste ore dovrò abbandonare la casa». Il giovane dice di non potersi allontanare troppo dalla famiglia vista la patologia del figlio: se succede qualcosa, deve chiamare l’ambulanza.

Andreotti spiega che si sta facendo il possibile per aiutarlo ma il Comune è in difficoltà: «Abbiamo tanti casi da seguire e tutti importanti. La famiglia è seguita dai Servizi sociali, diamo un assegno di sollievo, paghiamo le bollette, abbiamo inserito il
bimbo all’asilo per sgravare i genitori. Sull’alloggio fatichiamo perché non ne abbiamo, così le assunzioni perché sono bloccate ma siamo disponibili a discutere con il familiare dei Belgacem perché li ospiti in una stanza e noi garantiamo una somma».

Alessandro Ragazzo

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista