Quotidiani locali

Lutto cittadino e bandiere a mezz’asta a Marcon il dolore di un’intera comunità

MARCON. Bandiere a mezz’asta, serrande abbassate e lutto cittadino. Così ieri Marcon ha salutato Nicolò Tassan. Nei giorni scorsi, il sindaco Matteo Romanello aveva chiesto una prova di vicinanza da...

MARCON. Bandiere a mezz’asta, serrande abbassate e lutto cittadino. Così ieri Marcon ha salutato Nicolò Tassan. Nei giorni scorsi, il sindaco Matteo Romanello aveva chiesto una prova di vicinanza da parte dell’intera comunità ed è stato accontentato. E anche la presenza dei tre sacerdoti di Marcon a officiare il rito stava a testimoniare proprio quest’unità. Arrivato in chiesa poco prima dell’arrivo del feretro, con Romanello c’erano rappresentanti della giunta, del Consiglio, delle forze dell’ordine ma anche il suo predecessore sindaco Andrea Follini. Per l’occasione, la scuola d’infanzia parrocchiale Maria Bambina è stata chiusa ma non tutti i suoi compagni erano presenti: diversi genitori hanno preferito lasciarli a casa. C’erano i papà e le mamme, invece, e tanta gente comune, che hanno dato vita a una cerimonia semplice ma toccante. La salma
di Nicolò è giunta pochi minuti prima delle 10.30 e, in silenzio, ha attraversato due ali di folla sino ad arrivare davanti all’altare. C’erano fiori sì ma come richiesto dai Tassan, le eventuali offerte raccolte sarebbero andate proprio all’asilo frequentato dal figlio. (a.rag.)


TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista