Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Studenti in visita a Caporetto su un treno storico

SAN DONÀ. Un viaggio nella memoria a Caporetto. La significativa iniziativa ha visto protagonisti 200 alunni delle classi terze medie, in rappresentanza dei sei istituti comprensivi di San Donà,...

SAN DONÀ. Un viaggio nella memoria a Caporetto. La significativa iniziativa ha visto protagonisti 200 alunni delle classi terze medie, in rappresentanza dei sei istituti comprensivi di San Donà, Musile, Fossalta di Piave e Noventa. La giornata è stata promossa dal comitato organizzatore del 66° Raduno nazionale dei bersaglieri “Piave 2018”. Ad accompagnare gli alunni a Caporetto sono stati una ventina di insegnanti, rappresentanti dell’Associazione bersaglieri e del comitato organizzatore di Piave 2018, amministratori di San Donà e Musile, un gruppo di figuranti in uniforme d’epoca degli eserciti allora contrapposti.

Gli alunni hanno raggiunto la stazione di Nova Gorica, dove sono saliti a bordo di un treno storico a vapore che li ha condotti a Caporetto, teatro nel 1917 della più grave disfatta della storia dell’esercito italiano. Gli studenti hanno visitato il Museo della Grande Guerra. E poi sono andati a rendere omaggio alla memoria delle 7.014 vittime, note e ignote, custodite nel Sacrario di Sant’Antonio. Qui è stata deposta una corona d’alloro, accompagnata dalle note del “Silenzio”, suonate da Luca Scarpi, capofanfara della sezione bersaglieri di Jesolo. (g.mon.)