Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Calcio serie B, Ascoli-Venezia finisce 3 a 3

Partita scoppiettante degli uomini di Filippo Inzaghi che erano riusciti a chiudere il primo tempo in vantaggio

ASCOLI. Scoppiettante 3-3 ad Ascoli tra Ascoli e Venezia, con gli uomini di Filippo Inzaghi che mantengono l’imbattibilità esterna. Peccato per la prima parte del secondo tempo, quando, chiusa la prima frazione in vantaggio, i marchigiani sono arrivati prima al 2-1 e poi al 3-2. Per gli arancioneroverdi hanno segnato Zigoni, Marsura e Geijo. Scocca il quarto d’ora del prima tempo e il Venezia passa.

Dalla destra, lo smarcato Zampano pennella un cross in mezzo all’area per un libero Zigoni che non ha difficoltà a mettere in rete di piatto destro. I marchigiani accusano il colpo e dopo neanche due minuti sfiora il parecchio a Audero è bravo a respingere sul colpo di testa di Carpani. Al 28’ è il Venezia ad andare vicino al gol con un contropiede concluso da Marsura e deviato in corner da Lanni. Ma anche l’Ascoli si dimostra pericoloso appena dopo con un rasoterra di Lores Varela, Audero devia in angolo. È una discreta partita e il Venezia si rende spesso pericoloso, come al 34’ quanto un tiro a giro di Marsura finisce appena fuori. Si va al riposo con gli ospiti in vantaggio con merito. Nella ripresa partono subito forte i bianconeri e arrivano al vantaggio nell’arco di 11 minuti; prima è Carpani a pareggiare, trovando l’angolo basso sinistro difesa da Audero, poi all’11’ cross dalla destra di Clemenza e Favilli anticipa tutti e mette dentro di piatto.

Al 14’ si libera bene Falzerano sulla destra, passaggio arretrato per Marsura ma da buona posizione spedisce alto. Ma l’attaccante del Venezia si rifà un minuto dopo, bravo a sfruttare una incertezza della difesa ascolana e infilare il 2-2. Neppure il tempo di gioire e Audero perde palla e Favilli riporta in vantaggio l’Ascoli. Finita? Machè, perché la partita ha mille emozioni; al 29’ Falzerano lavora una gran palla sulla destra, appoggia a Benviglio che mette in mezzo rasoterra, facile per Geijo appoggiare il 3-3. In chiusura, Marsura non serve Moreo o Geijo soli davanti al portiere, batte a rete e Padella salva sulla linea.