Quotidiani locali

Due nuove bretelle da via Caravaggio verso la tangenziale

I dettagli dell’accordo tra il Comune e la Cav sulla viabilità Strada aperta allo sbarco di Lando nell’area commerciale

Corsie preferenziali che andranno a rendere più fluida l’uscita e l’entrata dei veicoli sulla rotatoria Castellana da cui si accede in tangenziale a Mestre. Questo l’obiettivo dei lavori al centro di un accordo siglato tra Comune di Venezia e Cav, la concessionaria di tangenziale e Passante, e propedeutico allo sbarco all’Aev Terraglio a fianco di via Caravaggio e via Bella dell’ipermercato di Lando. Lavori che saranno a carico di Lando con un esborso per gli interventi messi nero su bianco nella convenzione stimato al momento in almeno 3 milioni di euro.

Cosa prevede l’intesa? Sostanzialmente la creazione di una nuova bretella di accesso alla tangenziale di Mestre. E poi l’allargamento dei rami di svincolo in uscita dalla tangenziale verso la rotatoria, che oggi negli orari di punta vedono il formarsi di code. E ancora l’allargamento della carreggiata Nord di via Caravaggio, dalla rotatoria verso l’Auchan e l’allargamento anche della carreggiata Sud con una modifica dell’ingresso in rotatoria dei mezzi in uscita da via Caravaggio e la creazione, appunto, di una nuova bretella sulla destra. Di conseguenza ci sarà anche l’allargamento dello svincolo di accesso in tangenziale in direzione di Milano. Gli interventi vanno a prefigurare un nuovo scenario viabilistica sullarotatoria Castellana: con l’allargamento delle sezioni stradali delle bretelle, il posizionamento di nuova segnaletica, di nuove barriere fonoassorbenti. Sulla corsia Sud di via Caravaggio sorgerà in pratica una nuova bretella di immissione diretta in tangenziale andando così a differenziare i flussi di traffico: le auto che devono entrare in tangenziale terranno la destra imboccando la nuova bretella. Le auto dirette verso il centro di Mestre e il cavalcavia Da Verrazzano percorreranno l’attuale bretella e la rotatoria della Castellana. In uscita dalla tangenziale, venendo da Trieste, una seconda bretellina consentirà di accedere con un accesso differenziato all’area di via Caravaggio e quindi al grande ipermercato di Lando, che con questo accordo, ha oramai la strada spianata, nonostante le polemiche delle associazioni di categoria. La convenzione Comune-Cav, che attende ora l’ok del Ministero delle Infrastrutture, spiegano dalla concessionaria, avrà durata fino al 2032 e prevede che il Comune trasferisca alla società quasi 70 mila euro per istruttoria, sorveglianza generale, somme che verranno versate da Ca’ Farsetti dai “terzi obbligati”, che è il termine tecnico
con cui si indica nella convenzione, è facilmente intuibile, il gruppo di Lando che intende realizzare 9 mila metri quadri di superficie commerciale a fianco di via Caravaggio, con 4.805 metri quadri di alimentare e 3.185 metri quadri di non alimentare.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista